la richiesta della questura

Stadio Druso: sarà chiuso da una cancellata alta 2,5 metri

BOLZANO. Approvato in commissione edilizia il progetto del nuovo stadio Druso. Questo progetto ha un costo di circa 14 milioni (10 a carico della Provincia e 4 del Comune) e si prefigge di ampliare...

BOLZANO. Approvato in commissione edilizia il progetto del nuovo stadio Druso. Questo progetto ha un costo di circa 14 milioni (10 a carico della Provincia e 4 del Comune) e si prefigge di ampliare le tribune, portando la capienza dagli attuali 3.100 spettatori a circa 5.400 (che arriverebbero a 10.000 in caso di passaggio in serie B grazie all'allestimento, nel caso, di tribune mobili), rivedendo completamente l'impiantistica e il campo di gioco. Saranno previsti dei lavori di ampliamento dei locali di servizio, accoglienza e supporto agli spettatori e agli atleti. I lavori, che inizieranno nel 2018, dureranno tre anni, perché devono essere effettuati per lotti, dato che il campo nel contempo continuerà a essere usato. «Purtroppo - sostiene il consigliere comunale Claudio Della Ratta - si è deciso di non rifare completamente la tribuna Canazza, per salvare la copertura della stessa (disegnata da Lettieri) perché la si ritiene opera architettonica da mantenere. Questo nonostante le tribune siano dei meri blocchi di cemento e i sottostanti locali siano assolutamente fatiscenti». Estremamente negativa, a parere di molti dei membri delle Commissioni consiliari che hanno visionato il progetto, «anche la necessità di predisposizione di una cancellata fissa alta 2,5 metri, che sarà posta al centro del parcheggio per isolare la zona stadio, voluta dalla questura. Si parla molto di far tornare le famiglie allo stadio, ma sembra invece debbano recarsi in zona di guerra».