PROVINCIA

Un bando dalla Provincia per under 40 impegnati nella cultura

Aperto il secondo bando "Impulsi Vivi" per under 40 che intendono sviluppare un'idea nel campo dell'industria culturale

BOLZANO. Il sistema produttivo nel settore culturale ha bisogno di alta formazione e lavoro di rete. Per incentivare uno sviluppo in questa direzione l'Ufficio politiche giovanili della ripartizione cultura italiana ha ideato il percorso di incubazione Impulsi Vivi, o, meglio, Impulsi(vi)2.

I requisiti fondamentali sono due: avere meno di 40 anni e il desiderio di sviluppare un'idea nel campo dell'industria culturale. Secondo il rapporto Io sono Cultura della Fondazione Symbola, in Trentino Alto Adige il valore prodotto nel 2016 dal sistema produttivo culturale sfiora i due miliardi di euro (1.923 milioni). Il settore, inoltre, dà lavoro a 33.700 persone, distribuite in 4.936 imprese.

Impulsi Vivi è il primo «incubatore culturale altoatesino» finanziato con il Fondo regionale famiglia e occupazione alimentato dai versamenti dei consiglieri regionali che hanno restituito l'anticipo dei vitalizi.

«Un'operazione - spiega l'assessore alla cultura Christian Tommasini - che abbiamo voluto indirizzare a vantaggio dei giovani e della cultura nella convinzione che questa sia la prima forma di sostegno per il welfare e le famiglie».

Per la seconda edizione del percorso è online il nuovo sito nel quale è possibile compilare il form di iscrizione. Il percorso sarà ufficialmente presentato alla cittadinanza con un evento inaugurale previsto il 5 dicembre alle 18 al Centro Trevi in via Cappuccini a Bolzano: a confronto realtà nazionali e locali dell'industria culturale e creativa che porteranno la propria esperienza ai futuri partecipanti dimostrando come con la cultura e la creatività si possa fare impresa e generare lavoro e benessere.