Alta val d’Isarco, quattro ristoranti premiati dalla guida «Gault & Millau»

Quattro ristoranti dell’Alta Valle Isarco hanno conquistato i critici della prestigiosa guida gastronomica Gault & Millau aggiudicandosi in un sol colpo ben nove cappelli. Con 17 punti per la...

Quattro ristoranti dell’Alta Valle Isarco hanno conquistato i critici della prestigiosa guida gastronomica Gault & Millau aggiudicandosi in un sol colpo ben nove cappelli. Con 17 punti per la Gourmetstube Einhorn e 15 punti per la Gasthofstube Stafler il Romatik Hotel è l'unico hotel dell'Alto Adige con 5 cappelli Gault&Millau. Due cappelli anche al «Kleine Flamme» dello chef Burkhard Bacher. Ha lavorato anche al ristorante Oriental di Bangkok. Gault & Millau elogia la vellutata con ristretto di verdure accompagnata dal tatami di pesce azzurro alle spezie. Un cappello, poi, al Pretzhof di Tulve. Decantati l’insaccato di cervo, la terrina di maialino da latte e il formaggio di malga. Primo cappello anche per Armin Siller (nella foto con Doris Siller), chef del Ristorante Arbor al centro di Vipiteno.