ANIMALI SELVATICI

Lupi, svolta in Trentino: il governatore potrà decidere cattura e uccisione

Lo stabilisce il disegno di legge approvato dalla giunta provinciale, che riguarda anche gli orsi. Le misure potranno essere assunte "a condizione che non esista un’altra soluzione valida"

TRENTO. Anche i lupi, come gli orsi, potranno essere catturati e uccisi in casi estremi. Lo stabilisce il disegno di legge per la gestione dei grandi carnivori approvato dalla giunta provinciale.

L'articolo 1 riguarda le "Misure di prevenzione e di intervento concernenti i grandi carnivori ai fini della tutela del sistema alpicolturale provinciale". Il riferimento - nello specifico - è a orsi e lupi.

Il testo recita che il presidente della Provincia può "autorizzare il prelievo, la cattura o l'uccisione, a condizione che non esista un’altra soluzione valida e che il prelievo non pregiudichi il mantenimento, in uno stato di conservazione soddisfacente, della popolazione della specie interessata nella sua area di ripartizione naturale".

Ciò "al fine di conservare il sistema alpicolturale del territorio montano provinciale, il Presidente della Provincia, per proteggere le caratteristiche fauna e flora selvatiche e conservare gli habitat naturali, per prevenire danni gravi, specificatamente alle colture, all'allevamento, ai boschi, al patrimonio ittico, alle acque e ad altre forme di proprietà, per garantire l’interesse della sanità e della sicurezza pubblica o per altri motivi imperativi di rilevante interesse pubblico, inclusi motivi di natura sociale o economica, e motivi tali da comportare conseguenze positive di primaria importanza per l'ambiente".

Tale decisione può essere assunta "acquisito il parere dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale".

Nel documento si afferma anche che "la Provincia autonoma di Trento assicura le informazioni necessarie all’adempimento degli obblighi di comunicazione dello Stato alla Commissione europea".