Bus, le corse per Bolzano raddoppiano da dicembre 

Un pullman ogni mezz’ora dalle 6 alle 23 e nuove fermate a Sinigo Novità anche per la linea 2 per Lana (che diventerà 210), intensificata la 6

MERANO. Il raddoppio della linea ferroviaria che unisce Merano al capoluogo è stato annunciato e dato per certo, ma non sarà realtà prima del 2025. Nel frattempo, è stato deciso di raddoppiare le corse dei bus che uniscono i due maggiori centri della provincia. È uno dei provvedimenti concordati nel vertice fra Tobias Vieider e Heinz Dellago della Ripartizione provinciale mobilità, Alex Pennati della Sasa e l'assessora alla mobilità Madeleine Rohrer che hanno discusso le modifiche dei piani orari del trasporto pubblico che entreranno in vigore a metà dicembre con il nuovo orario invernale e che danno seguito ad alcuni provvedimenti contemplati dal Piano provinciale per la mobilità.

Oltre che per la linea 201 Merano-Bolzano, modifiche sostanziali sono previste in per la linea 2 (Sinigo) e la linea 6 (Wolkenstein e centro). Fino al 18 agosto ci sarà tempo per inoltrare all'assessora Rohrer suggerimenti e proposte.

Merano-Bolzano. «In considerazione del notevole numero di utenti - oltre 800.000 all'anno - la linea Merano-Bolzano verrà potenziata. In futuro i bus viaggeranno ogni giorno dalle 6 alle 23 con frequenza di 30 minuti», ha annunciato Dellago. Attualmente le frequenza è di 60 minuti. Il bus della 201 - e questa à un'altra novità - passerà per il centro di Sinigo ed effettuerà una fermata in piazza Vittorio Veneto. La fermata lungo via Nazionale, a sud del distributore di benzina Repsol, verrà soppressa. La linea 201 osserverà altre tre nuove fermate: "Latteria sociale", "Piazza San Vigilio" e "Piazzetta Kofler". In centro le vetture di questa linea transiteranno per piazza Teatro e corso Libertà inferiore per raggiungere la stazione e non serviranno direttamente l'ospedale, ciò per non gravare ulteriormente sul traffico di via delle Corse e di via Laurin.

Linea 2: Sinigo-centro-Lana. A partire da metà dicembre la linea 2 verrà ribattezzata linea 210. «I bus viaggeranno da lunedì a sabato fino alla stazione degli autobus di Lana, collegando così l'abitato di Sinigo con il centro di Lana e di Merano» ha spiegato Pennati. Le vetture collegheranno anche la zona industriale di Lana con Merano con una frequenza di 15 minuti (l'attuale frequenza è di 30 minuti). A differenza della linea 201, la 210 effettuerà tutte le fermate situate nel tratto fra Sinigo e il centro città. In conseguenza del potenziamento della linea Merano-Bolzano, sono necessari alcuni aggiustamenti anche sulla linea 210. In primo luogo, non sarà più disponibile il collegamento fra Sinigo e la stazione ferroviaria di Postal: questo servizio, che garantiva agli utenti la coincidenza con il treno per Bolzano, comportava però anche lunghe attese. Con la nuova frequenza di 15 minuti gli abitanti di Sinigo potranno raggiungere più agevolmente il capoluogo senza dover cambiare mezzo.

In secondo luogo, la linea 210 (Merano-Sinigo–Lana) viaggerà in futuro solo fino alle ore 20 e non più la domenica e nei giorni festivi. In alternativa i passeggeri potranno utilizzare la linea 201 (Merano-Bolzano), che sarà attiva fino alle ore 23 con frequenza di 30 minuti e che osserverà un numero più limitato di fermate rispetto alla linea 210.

Linea 6 ogni quarto d’ora. Quanti utilizzano il trasporto pubblico nel quartiere Wolkenstein e in centro città come già annunciato e adesso confermato disporranno, a partire dal prossimo inverno, di un'offerta più ampia: la frequenza della linea 6 verrà infatti portata da 30 a 15 minuti. In questo modo il popoloso rione di via Wolkenstein, via Toti e dintorni potrà contare, dalle 5.30 alle 23, su collegamenti più comodi. Nella sua più recente seduta il consiglio comunale, approvando una variazione di bilancio, ha deciso di stanziare 73 mila euro per finanziare i lavori necessari a predisporre le necessarie infrastrutture.

Suggerimenti entro il 18 agosto. «Puntiamo a migliorare il trasporto pubblico - ha rimarcato Rohrer - perché si tratta di un servizio conveniente, sano e che consente di risparmiare spazio. Il nuovo orario invernale rende il mezzo pubblico a Merano molto più attraente». A trarne beneficio, così sostiene l’amministrazione, saranno soprattutto i quartieri più densamente abitati: Maia Bassa e Sinigo otterranno un bus in più all'ora e un regolare collegamento al centro città ogni 30 minuti e fino alle ore 23.

Le persone residenti nel rione Wolkenstein potranno invece contare su due autobus in più ogni ora. Gli utenti avranno tempo fino al 18 agosto per inoltrare suggerimenti e proposte all'assessora Rohrer (madeleine.rohrer@comune.merano.bz.it), che girerà le segnalazioni all'Ufficio provinciale competente. Il nuovo orario invernale rimarrà in vigore per un anno.(sim)