Le auto elettriche hanno conquistato i passi 

Successo nel weekend per la 9ª edizione di Eco Dollomites con 50 mezzi in tour da Brunico a Ortisei

DOLOMITI. Un’altra edizione, la 9ª, positiva di Eco Dolomites, la rassegna che promuove la riduzione dell’inquinamento sulle strade che attraversano le Dolomiti. Il weekend verde all’insegna della mobilità alternativa e silenziosa è stato inaugurato venerdì a Brunico con il convegno dedicato alla mobilità elettrica “Ecosummit Mountain Move”, aperto dal sindaco di Brunico Roland Griessmair. Molti gli esperti che si sono succeduti a discutere sul futuro e come la mobilità sostenibile possa influenzare e cambiare le destinazioni alpine. Ecomove, l’associazione per la salvaguardia dell’ambiente fondata da Daniel Campisi, Janpaul Clara e Maximilian Costa, continua il suo lavoro di sensibilizzazione a favore dell’ambiente, promuovendo l’utilizzo di veicoli elettrici.

Sabato, poi, equipaggi italiani (provenienti da diverse regioni), tedeschi, sloveni e danesi hanno sfilato con una cinquantina di mezzi di diverse grandezze sulle strade di montagna. Grazie a questa “corsa verde” i partecipanti hanno potuto immergersi nel cuore del Patrimonio Mondiale dell’Unesco: la sfida consisteva nell’utilizzare la minor quantità di energia possibile per percorrere circa 100 km e 3.000 metri di dislivello. Partito da Brunico dopo il via dato dal presidente del Marketing della città Christian Tschurtschenthaler, il serpentone di vetture a zero emissioni ha fatto una sosta a Corvara, dopo aver passato il passo Furcia. Poi, ha proseguito per Campolongo, Pordoi e Sella, per arrivare alle 16 a Ortisei, dove ad accoglierli c’erano il sindaco Tobias Moroder e il presidente dell’associazione turistica Ambros Hofer. Lungo il percorso i partecipanti hanno trovato le colonnine di ricarica Alperia. Soddisfatti gli organizzatori che ringraziano tutti coloro che hanno creduto e sostenuto la manifestazione.