IL DIBATTITO

Monsignor Bregantini: bene la legge sulla domenica

Il vescovo trentino di Campobasso-Boiano: economia senza etica, bisogna recuperare la festa in famiglia

TRENTO. Una legge che metta fine alla apertura dei centri commerciali la domenica sarebbe "una grazia di Dio, è attesa da tante realtà, perché questa liberalizzazione è andata oltre l'etica e l'economia senza etica, come dice il Papa, è sempre distruttiva". Così monsignor GianCarlo Maria Bregantini commenta l'annuncio del vicepremier e ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, sullo stop alla apertura domenicale dei centri commerciali.

Bregantini, arcivescovo di Campobasso di origini trentine, è stato per anni presidente della Commissione Cei per il Lavoro e sempre si è battuto contro l'apertura domenicale dei negozi.

La chiusura domenicale consentirebbe di "recuperare la serenità nelle famiglie ma anche di ridare vita ad una economia di prossimità, quella delle uscite fuori porta, delle visite ai borghi. Si gode del creato e si alimenta una economia alternativa". Il vescovo sottolinea chiaramente anche la questione religiosa: "La domenica per molti è ritrovarsi nella propria comunità per la messa".