SANITA'

Bolzano, liste d’attesa: l’Asl chiede aiuto alla clinica S. Maria 

L’Azienda “offre” 500/ 1000 cataratte ed interventi ortopedici, ma non le protesi 

BOLZANO. L’amministratore della clinica, Gerhard Gruber, prende tempo: «Devo valutare se per noi l’offerta è interessante o meno».

L’Azienda fa sapere che il direttore Thomas Schael ha incontrato il direttore della clinica, Gruber. Presenti per l’Asl anche Luca Armanaschi, Thomas Lanthaler, Marco Cappello, Alessia Toniatti e Martin Matscher. «Stiamo lavorando ad un piano per ridurre i tempi di attesa - dice Schael - e per noi è di vitale importanza acquistare prestazioni anche da privati».

«In dettaglio - precisa Gruber - ci è stato offerto un pacchetto che raggruppa dai 500 ai 1000 interventi di cataratta e ancora qualche centinaio di prestazioni di chirurgia ortopedica, non protesica. Valuteremo. Ho chiesto all’Asl anche quali sono i passi da fare per la convenzione ed ho ribadito il nostro interesse a mantenere comunque i medici ospedalieri che lavorano in extramoenia, staccandoli dalla clinica come previsto dalla legge. Lavorano per noi più di 70 professionisti, il loro numero è in costante crescita e non intendiamo rinunciarci. Per questo - ripeto - dovremo valutare con molta attenzione i pro ed i contro dell’eventuale operazione».