Trento, tensioni tra Forza nuova e gruppi anarchici

Un sabato caldo a Trento. Il centro storico di Trento è stato presidiato dalle forze dell'ordine ieri pomeriggio per un gazebo dell'associazione Evita Peron, legata al movimento di estrema destra...

Un sabato caldo a Trento.

Il centro storico di Trento è stato presidiato dalle forze dell'ordine ieri pomeriggio per un gazebo dell'associazione Evita Peron, legata al movimento di estrema destra Forza Nuova, in via San Pietro. Nella vicina piazza Battisti si sono radunati gli attivisti del Centro sociale Bruno che, dopo un presidio, si sono diretti fino alla sede del Comune in via Belenzani dietro uno striscione con la scritta «Fuori i fascisti dalla nostra città». In zona si è radunato anche un gruppetto di anarchici.

Un cordone di polizia ha evitato che i contestatori venissero a contatto con i militanti di Forza Nuova.

Nella notte erano stati compiuti in centro alcuni atti vandalici e sulla facciata della chiesa di San Pietro è apparsa una scritta contro Forza Nuova. I manifestanti anti fascisti si sono smarcati dai vandalismi. «Quando protestiamo, ci mettiamo la faccia. Non abbiamo fatto noi quelle scritte», hanno spiegato.