La sagra che non passa di moda 

Tanta gente alla “Festa sotto la tenda” della parrocchia di Maria Assunta

MERANO. Ha l’atmosfera e i sapori autentici dell’autentica sagra di paese. È la Festa sotto la tenda, la manifestazione che dal 1990 accompagna le estati della parrocchia di Maria Assunta. Il tempo che passa e il cambio generazionale non l’hanno scalfita e la sagra si presenta ancora in ottima forma come testimoniato dal primo dei due fine settimana di servizio, quello scorso, quando le cucine hanno sfornato pasti a ritmo sostenuto. Malgrado il tempo meno clemente, anche questo weekend i cuochi hanno avuto il loro bel daffare. Il menù è famoso per le sue specialità di pesce, dai primi alla frittura e al pescespada alla griglia ma oggi, ultimo giorno della rassegna gastronomica, protagonista sarà la carne con le salsicce, le costine, le braciole, il pollo, gli stinchi e altro ancora. Cucine in funzione dalle 11 alle 14 e dalle 18.30 alle 23. Il ricavato, come sempre, sarà destinato ad attività e necessità della parrocchia attorno alla quale si riesce ancora a coagulare un gruppo intergenerazionale che si presta a spendere tempo e impegno per preparare le pietanze, cucinarle, servire le bevande. Mentre i più giovani si prodigano a tenere puliti i tavoli occupati da gente del quartiere ma non solo.