Patenti ritirate con tassi record di alcol 

Per le festività potenziati i controlli della polizia municipale: due automobilisti fermati con 3 g/l

MERANO. Guai di Ferragosto per due automobilisti sottoposti all’alcoltest sulle strade meranesi: hanno fatto segnare valori record, entrambi sopra i 3 grammi di alcol per litro, e cioè oltre sei volte il limite consentito. Si tratta del risultato più appariscente del servizio di controllo potenziato predisposto dal comando della polizia municipale per le giornate di festività ferragostane quando, complici le diverse manifestazioni, le occasioni per divertirsi e brindare si moltiplicano.

Un primo caso riguarda un giovane venostano, fermato a un posto di blocco nel corso della mattinata, che evidentemente aveva prolungato la festa fino all’alba. L’etilometro ha fatto segnare un tasso di 3,12. Tuttavia non si tratta del record. È stato infatti superato da una giovane donna dell’est europeo che nella notte ha provocato un tamponamento, fortunatamente senza feriti. Per lei, il rilevatore ha fatto segnare un tasso di alcolemia pari a 3,22 g/l.

Per entrambi gli automobilisti è scattata la denuncia in Procura per guida in stato di ebbrezza. Le sanzioni che si rischiano in questo caso sono un’ammenda tra 1.500 e 6.000 euro e l’arresto da 6 mesi ad 1 anno, con un minimo di 6 mesi. I veicoli sono stati sequestrati e c’è la possibilità di confisca.

Fermandosi ai dati relativi al periodo gennaio-maggio di quest’anno, sono state oltre 40 patenti a le patenti ritirate dalla polizia municipale a Merano per guida in stato di ebbrezza tra gennaio e maggio. Un numero più che doppio rispetto allo stesso periodo del 2017. Fino a oggi si erano registrati tassi alcolemici di 2 g/l, in certi casi anche di 2,5 e di 2,8 g/l. Con Ferragosto, il limite è stato tristemente sorpassato.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.