IL FATTO

Sfida con auto truccate in Valsugana, due giovani denunciati

I carabinieri li hanno intercettati ma hanno evitato l'inseguimento per evitare altri rischi. Si sono presentati poi a casa loro: multati per centinaia di euro

BORGO VALSUGANA. Due giovani automobilisti, alla guida di mezzi "truccati", si sono cimentati in una sfida ad alta velocità lungo la statale della Valsugana fino ad alcune vie di Levico, ma sono stati individuati, denunciati e multati dai carabinieri.

I militari, dopo averli intercettati, si sono resi conto che se avessero cominciato un inseguimento avrebbero spinto i giovani ad una guida ancora più azzardata e a velocità tali da mettere a rischio non solo la loro incolumità ma anche la sicurezza dei pedoni e dei conducenti di altri mezzi. Quindi, avuta la certezza di avere identificato i conducenti con accertamenti eseguiti tramite la centrale operativa, in un secondo tempo si sono presentati a casa dei due giovani. Si tratta di P.N. e P.C., due fratelli italiani rispettivamente di 22 e 20 anni.

La loro bravata è costata cara: oltre che ad essere denunciati alla magistratura, per avere gareggiato tra loro, sono stati multati per centinaia di euro per la violazione del codice della strada.

Sempre nel fine settimana, i carabinieri di Borgo Valsugana hanno fermato e denunciato per fguida in stato di ebbrezza quattro automobilisti.

Dal controllo etilometrico sono eemrsi valori compresi fra 0,50 e 2,20 g/l. Altre cinque persone sono state segnalate al Commissariato del governo di Trento per consumo di sostanze stupefacenti.