Volley, Mosca Bruno non ingrana

Serie A2. All’Avs non basta un super Boswinkel top scorer: sono 4 sconfitte e un solo punto in classifica

di Matteo Igini

BRACCIANO. Avrebbe dovuto rappresentare la partita della svolta, invece l'Avs si è arreso anche al Club Italia, sprofondando nella crisi: quattro partite e quattro sconfitte, un solo punticino, quello ottenuto ieri sera, in classifica. Poco, troppo poco per una squadra che ieri, a Bracciano, in casa dell’altra “cenerentola” Club Italia non poteva sbagliare. Invece capitan Quartarone e compagni sono caduti al tie-break contro un avversario giovanissimo, che ha dato tutto e alla fine ha fatto sua la partita. All’Avs non è bastato un super Hidde Boswinkel, top-scorer del match con 33 punti. Ha vinto la meglio gioventù azzurrina, che si è imposta con una grande prova corale dei figli d'arte, Cantagalli (22 punti), Recine (20 punti) e Gardini (15). I promettenti schiacciatori del Club Italia hanno vinto il confronto con i dirimpettai Galabinov e Zappoli e alla fine la formazione del progetto della Federvolley l’ha spuntata, lasciando da solo sul fondo della classifica un Avs ancora in cerca di se stesso e che sabato, nell'anticipo del PalaResia contro Bergamo, dovrà reagire. Burattini conferma Bleggi al centro con Paoli, visto che Bressan non è al meglio. Il regista è Quartarone con Boswinkel opposto, Zappoli e Galabinov schiacciatore con Thei libero. Nel primo set non c'è molta storia, con i bolzanini che dettano legge. La ricezione funziona, Quartarone fa girare bene la squadra e Boswinkel picchia forte. Zappoli mette giù la palla dell’11-20 e il tocco geniale di Quartarone vale il 16-25. Sembra tutto facile. Non sarà proprio così. Nel secondo set, infatti, l’Avs scappa sul 9-12, ma si fa riprendere e poi superare (20-17). Poi Gardini firma l’1-1 con un ace. Nel terzo parziale Burattini lancia Bressan per Bleggi, ma il Club Italia vola. Cantagalli è scatenato (12-3) mentre l’Avs è alle corde e non si riprende. Nel quarto set i bolzanini spingono subito (6-10) poi Paoli e Boswinkel tengono a distanza i rivali (10-14). L'Avs resta concentrato (13-21) e porta la contesa al tie-break. Il quinto parziale è un continuo botta e risposta (8-8). Boswinkel fa 12-12, ma sul 13-12 arriva una dubbia invasione a rete dei bolzanini, confermata dal video-check. Galabinov annulla il primo match-point, ma al secondo tentativo Gardini fa centro e il Club Italia fa festa.