Contenuto sponsorizzato
Energia

Mercato di maggior tutela? La fine è vicina

A Inizio 2024 il mercato di maggior tutela cesserà di esistere, ecco cosa succederà 



È ufficiale: a inizio 2024 cesserà di esistere il mercato di maggior tutela cioè il servizio di fornitura luce in cui le condizioni economiche delle offerte sono stabilite da ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente).

Molti Altoatesini sono preoccupati da questa notizia, ma non sanno cosa devono fare, altri che non hanno cambiato il proprio fornitore luce da anni non sanno nemmeno di essere serviti sul mercato di maggior tutela e quindi non sono coscienti di quello che avverrà. Ci sono infine quelli che, visto che per anni si è parlato della fine del mercato di maggior tutela senza che poi avvenisse qualcosa, non ci vogliono credere. Preferiscono quindi aspettare non rendendosi conto che, per evitare di subire le conseguenze di questo evento, bisogna agire e subito.

Del resto, ormai è certo: il mercato di maggior tutela cesserà di esistere a inizio 2024.

Ma cosa succederà a chi ha una fornitura luce sul mercato di maggior tutela?

Tutti coloro che hanno una fornitura luce sul mercato di maggior tutela e che non scelgono in tempo utile un fornitore sul mercato libero verranno assegnati a un fornitore tramite un sistema d’asta. La continuità di fornitura verrà così garantita, ciononostante, visto che il sistema di asta si baserà su criteri economici, non è detto che il nuovo fornitore abbia sportelli sul territorio oppure garantisca la possibilità di ricevere la propria bolletta o le comunicazioni in tedesco.

Cosa fare per evitare che il proprio punto di fornitura venga messo all’asta?

Per evitare l’incertezza di un fornitore “assegnato” d’ufficio, l’unica soluzione è scegliere per tempo un fornitore di fiducia sul mercato libero. I tempi però sono stretti, l’asta verrà infatti indetta e aggiudicata entro fine 2023.

Come capire se si è sul mercato di maggior tutela?

Verificare se si è sul mercato di maggior tutela è semplice, basta guardare la prima pagina della bolletta. Se compare la dicitura “Maggior tutela” vuol dire che il punto di fornitura è uno di quelli che verranno messi all’asta.

Senior women and her granddaughter hiking on mountain, walking through forest

Inoltre, come sempre accade in caso di grandi “eventi” che interessano una larga parte della popolazione, gli Altoatesini possono contare su Alperia.

Per verificare se si rientra nei punti di fornitura che verranno “ceduti”, basta recarsi con una bolletta recente in uno degli Energy Point di Alperia a Bolzano, dove si potranno anche ricevere informazioni sulle possibili soluzioni.

Maggiori informazioni qui: www.alperia.eu/stores