GIORNO DELLA MEMORIA

A Trento «l'ultimo bambino di Auschwitz»

Oleg Mandic racconterà la sua vicenda alla cittadinanza e agli studenti. Il presidente trentino Fugatti a Bolzano: "Questi luoghi che conservano la memoria dell'Olocausto"

TRENTO. Il 13 e 14 febbraio sarà a Trento Trento Oleg Mandic, «l'ultimo bambino di Auschwitz». Lo ha annunciato il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, intervenuto il 27 gennaio 2020 a Bolzano alle cerimonie per il Giorno della memoria.

«Questi luoghi che conservano la memoria dell'Olocausto - ha detto Fugatti - sono carichi di significati. Hanno certamente un valore generale, perché testimoniano di una violenza che ha colpito milioni di persone, fra cui tanti italiani, ma ne hanno uno particolare anche per noi trentini perché di qui sono passati nostri concittadini, per essere poi deportati nei lager nazisti».

«Dobbiamo conservare la memoria di tutto questo e trasmetterla alle nuove generazioni. Per questo - ha aggiunto Fugatti - lo scorso anno ho partecipato al Viaggio della memoria ad Auschwitz, assieme ad un gruppo di studenti trentini. E per questo a febbraio abbiamo invitato a Trento uno degli ultimi testimoni diretti dell'Olocausto, Oleg Mandic, conosciuto anche come 'l'ultimo bambino di Auschwitz', che racconterà la sua vicenda alla cittadinanza e agli studenti».