L'opera

A Magré un centro Alzheimer: il Comune ora compra l’area

Via libera del consiglio comunale all’acquisto del terreno su cui sorgerà la struttura per pazienti e familiari. La spesa è di 1,2 milioni di euro mentre i 5 milioni per realizzare il centro li metterà la Fondazione Cassa di Risparmio


Bruno Tonidandel


MAGRE'. Non ci sono state sorprese, l’altra sera, durante la seduta del consiglio comunale a Magré. Si doveva approvare praticamente un unico punto all’ordine del giorno e così è stato fatto, anche se l’argomento era di primaria importanza. Semplicemente perché con la delibera del consiglio comunale, con la quale si adeguava il pagamento dell’Iva dal 20 al 22% per l’acquisto di un terreno, si è dato il via libera alla costruzione di un centro per ospitare pazienti colpiti da Alzheimer ma anche qualche loro parente.

Su quest’opera se ne parla già da una decina di anni. Dopo un primo, grande interessamento, l’argomento, forse per la difficoltà nel reperimento dei fondi, è passato nel dimenticatoio. Ma è tornato di attualità lo scorso anno, quando è stata siglata una convenzione fra Comune di Magré, Fondazione Cassa di Risparmio e Fondazione “Griesfeld” che gestisce le case di riposo di Egna e Montagna. Grande la soddisfazione soprattutto dell’assessora provinciale al sociale Waltraud Deeg, che ha sottolineato l’importanza della casa per malati di Alzheimer dal punto di vista sociale per venire incontro alle esigenze dei pazienti ma anche dei loro famigliari. Una accelerata al progetto è stata quindi data l’altra sera quando è stato definito l’acquisto del terreno con la regolarizzazione del pagamento dell’aliquota dell’Iva.

La convenzione prevede la messa a disposizione di 5 milioni di euro da parte della Fondazione della Cassa di Risparmio. Le spese per il terreno dove sorgerà la casa sono invece a carico del Comune di Magré, mentre sarà la casa di riposo “Griesfeld” a gestire la struttura. L’area acquistata dal Comune è di circa 8 mila metri quadrati di vigneto nei pressi del cimitero di Magré di proprietà della Tenuta Hirschprunn di Alois Lageder, noto vignaiolo del paese.

L’area, che rispetto al centro paese, si trova verso est, nel verde intenso della campagna coltivata a vigneto, è suddivisa in due: 6.483 metri quadrati sui quali sorgerà il centro con la realizzazione di mini appartamenti di due stanze per ospitare 20 malati con i loro famigliari e 1.600 metri quadrati che sono adibiti a parcheggio. L’amministrazione comunale di Magré, per l’acquisto dell’area ha sborsato 1.200.000 euro. Dovrebbe essere questo l’unico aggravio finanziario a carico del Comune, mentre i costi della clinica saranno addossati alla Fondazione della Cassa di Risparmio rimanendone proprietaria. Invece la Fondazione “Griesfeld” che gestisce le case di riposo di Egna e di Montagna avrà in gestione la struttura utilizzando proprio personale.

La casa per malati di demenza dovrebbe diventare una struttura di passaggio, nel senso che l’edificio sarà messo a disposizione di persone malate di Alzheimer per soggiorni di breve-media durata in modo da sollevare i familiari dalle cure e per fornire loro consigli sulla malattia. Ma saranno consentiti anche soggiorni per altre persone bisognose di assistenza incluse quelle di giovane età. All’incontro dello scorso anno a Bolzano era stato anche deciso che sarà intitolato all’ex assessore del Comune di Bolzano Ingeborg Bauer Polo, scomparsa all’età di 70 anni nel 2011 dopo essersi impegnata attivamente nell’associazione Alzheimer.

















Altre notizie







Attualità