l’incontro al circolo cittadino 

La «donna perfetta» secondo Melanie

BOLZANO. Un po’ presentazione del suo ultimo libro, un po’ show. E non poteva che essere così, considerato che l’autrice in questione è stata a lungo a una showgirl: spesso ospite da Chiambretti e...

BOLZANO. Un po’ presentazione del suo ultimo libro, un po’ show. E non poteva che essere così, considerato che l’autrice in questione è stata a lungo a una showgirl: spesso ospite da Chiambretti e da Costanzo. Parliamo di Melanie Francesca, la scrittrice di origini bolzanine intervistata dal nostro direttore l’altro sera al Circolo cittadino. L’occasione, il suo ultimo libro: «La donna perfetta». Un titolo, un’aspirazione, ma anche e soprattutto una metafora: della ricerca della perfezione in assoluto, ricerca che si fa ancora più complicata in una Dubai in cui la donna è considerata - soprattutto da uomini sempre uguali, ricchi e potenti - una sorta di Barbie, una «donna lampadario», per dirla con Melanie, da mostrare ed esibire. Parlando di Anna e Oxana, le due protagoniste del libro, due donne legate in modo indissolubile, fino a sembrare le due facce della stessa medaglia, Melanie - sollecitata dalle numerose domande di Faustini - ha passeggiato con le parole fra il libro, l’Occidente e l’Oriente, la bellezza, l’arte, la religione e il mistero.