a22

BrennerLec concluso dopo oltre 5.400 ore di test: meno inquinamento, viaggi più veloci e meno incidenti

Ora il confronto Trento-Bolzano per estendere le zone d'applicazione

BOLZANO. "Il tema della digitalizzazione delle autostrade e quello della transizione ecologica sono tra loro strettamente connessi e il progetto BrennerLec lo dimostra: grazie allo sviluppo di un sistema Its, siamo oggi in grado di indicare le velocità ottimali per traffico e ambiente".

Lo ha detto l'amministratore delegato di Autostrada del Brennero e presidente di Aiscat (Associazione italiana società concessionarie autostrade e trafori), Diego Cattoni, intervenendo alla conferenza finale del progetto BrennerLec.

Il direttore tecnico generale di A22, Carlo Costa, ha illustrato i principali risultati del progetto. "Abbiamo condotto oltre 4.700 ore di test dettati da condizioni ambientali e 750 ore da condizioni di traffico elevato - ha riferito Costa - È evidente che l'obbligatorietà del limite produce risultati migliori che la semplice velocità consigliata, ma i risultati sono stati comunque soddisfacenti sul fronte ambientale con una riduzione di circa il 10% delle concentrazioni di NO2 a bordo strada in condizioni normali e del 20% in caso di traffico intenso".

In questo secondo caso, ha detto ancora il direttore tecnico, è stata rilevata "una riduzione media del 10% dei tempi di percorrenza (anche con incremento dei volumi di traffico del 10%) e un tasso di incidentalità prossimo allo zero".

Ora si valuta come utilizzare le conoscenze acquisite per collaborare con le amministrazioni pubbliche nella gestione della viabilità.

"Un primo accordo di gestione integrata del traffico con la Provincia di Bolzano ed il comune di Bolzano è appena stato sottoscritto - ha spiegato il presidente di A22, Hartmann Reichhalter - Con le Province di Trento e Bolzano stiamo anche definendo un altro accordo per estendere le zone di applicazione di BrennerLec. Per quanto riguarda la gestione proattiva delle condizioni di traffico intenso, la misura sarà estesa da Bolzano sud a Verona nord".