bressanone

Il maso speciale che ospita un centro per bambini altamente sensibili

Maso Rainergut offre uno spazio idoneo ai piccoli evitando così la dispersione scolastica

BOLZANO. La cooperativa sociale Roaner Lernfreunde, fondata nel 2019, offre a bambini particolarmente sensibili un ambiente di apprendimento speciale. La sede della cooperativa sociale è presso il maso Rainergut vicino a Sarns, sopra Bressanone, gestito da Sabine e Klaus Mader.

L'assessora provinciale alle politiche sociali, Waltraud Deeg, ha effettuato recentemente una visita alla cooperativa.

"Il nostro obiettivo, come società, deve essere quello di garantire che tutti i bambini abbiano un ambiente di apprendimento e di cura che soddisfi al meglio le loro esigenze. I bambini particolarmente sensibili potrebbero aver bisogno di un po' più di tempo e di un ambiente diverso per essere successivamente in grado di adattarsi di nuovo all'ambiente educativo considerato "normale".

Il progetto quindi svolge un importante lavoro di prevenzione e contribuisce ad evitare il rischio dell'abbandono scolastico".

L'assessora Deeg è convinta che le sinergie che nascono al Rainergut, grazie anche al concetto di agricoltura sociale, siano sfruttate appieno a favore dei bambini.

La Giunta e le Ripartizioni provinciali coinvolte stanno attualmente definendo una regolamentazione dettagliata per poter fornire, in futuro, un migliore supporto finanziario a progetti di questo tipo.

L'alta sensibilità è un concetto psicofisiologico che si riferisce alle diverse sensibilità legate alle esperienze e al loro trasferimento al cervello. I bambini altamente sensibili elaborano le impressioni più velocemente, ascoltano, gustano e percepiscono gli odori in maniera più marcata, motivo per cui spesso vivono le esperienze quotidiane in maniera più stressante. In un ambiente privo di stress questi bambini riescono a sviluppare più facilmente il loro potenziale.

È qui che si inserisce il progetto sviluppato dalla cooperativa sociale Roaner Lernfreunde che coniuga le esperienze di vita con la quotidianità di una fattoria biodinamica. La cooperativa sociale lavora a stretto contatto con la scuola Waldorf di Bressanone School e con gli educatori Michael e Johannes Harslem.