L’EMERGENZA

Covid, nelle Rsa altoatesine vaccinate 4.500 persone

Somministrata la seconda dose a 2.600 anziani e 1.800 operatori

BOLZANO. Sono circa 4.500, tra ospiti ed operatori, le persone vaccinate con entrambe le dosi contro il Covid-19 nelle residenze per anziani dell'Alto Adige.

Tutte le 76 case di riposo hanno preso parte all'azione iniziata un mese e mezzo fa ed una sta concludendo le vaccinazioni in questi giorni. Dei 3.700 ospiti delle strutture, 2.600 hanno già ricevuto il richiamo del vaccino, così come 1.778 dei 4.779 operatori.

"La vaccinazione nelle residenze per anziani è prioritaria per poter elevare ulteriormente la protezione - commenta l'assessora provinciale alle politiche sociali, Waltraud Deeg - Queste strutture non sono adatte né sotto il profilo del personale, né organizzativamente, a svolgere il ruolo di reparti infettivi. Per questa ragione la vaccinazione rappresenta un importante strumento di difesa". "Il successo della campagna vaccinale nelle residenze per anziani è fondamentale - osserva Moritz Schwienbacher, presidente dell'associazione delle residenze per anziani dell'Alto Adige (ARpA) - Quanti più residenti ed operatori vengono vaccinati, tanto meglio saremo attrezzati per fronteggiare le conseguenze legate alle mutazioni del coronavirus".