In via dei Frutteti

Auto prese di mira dai vandali a Merano

Nei giorni scorsi colpite diverse macchine mentre erano parcheggiate. Fra le vittime anche Bruno Sepp, noto esercente: «Il danno alla mia automobile è ingente» 



MERANO. È caccia all’autore di una serie di atti vandalici che la settimana scorsa ha preso di mira diverse vetture parcheggiate in via dei Frutteti, nei pressi di piazza San Vigilio. Sono almeno una mezza dozzina i mezzi parcheggiati direttamente sulla strada e pesantemente strisciati l'altra notte. Un atto vandalico che, almeno stando a quanto raccontano diversi residenti, non sarebbe da ricondurre ad alcun tipo di questione condominiale o relativa a una discussione nata all’interno del quartiere.

Spiega un residente: «Non è la prima volta, ma credo mai era accaduto in modo così diffuso, perché in questa occasione le vetture prese di mira sono veramente tante e i danni arrecati pure», spiega l’uomo.

Tra le auto strisciate anche quella di Bruno Sepp, noto gestore di una gelateria nel centro cittadino e residente in zona che subito si è dato da fare per raccogliere informazioni. «Il danno alla mia vettura è ingente, una strisciata che attraversa due portiere lunga più di un metro che costerà molto per essere eliminata dalla carrozzeria, e nel quartiere le vetture prese di mira sono state diverse in pochi giorni», in sintesi spiega Sepp.

Non è stato preso di mira personalmente, ma un residente della zona giura di sapere quale sia l’autore delle numerose strisciate. Si tratterebbe, spiega, di un ragazzino che vive nella zona, «e al quale, evidentemente, piace passare il tempo in questo modo. Ha trasformato questa attività come in uno sport. Non è nuovo a questo tipo di bravate che compie nell’area del parco giochi, anche se purtroppo i residenti che dicono di averlo visto, finora non hanno mostrato il coraggio di procedere con una denuncia», conclude l’uomo spiegando anche come un suo vicino di casa si sia ritrovato con una Mercedes nera completamente rigata.

Insomma, dopo le numerose spaccate ai finestrini delle vetture parcheggiate in città al fine di sottrarre oggetti anche di poco valore, è la volta di atti vandalici che prendono di mira sempre i mezzi parcheggiati sulla strada, ma questa volta al solo scopo di provocare danni, quindi senza nessun tornaconto o guadagno. J.M.

















Altre notizie







Attualità