sanità

Vaccini obbligatori, il Trentino Alto Adige non raggiunge il target

Pubblicato il report di Gimbe sull’impatto della pandemia nel 2019, 2020 e 2021. In Alto Adige, la diffusione di vaccinazioni pediatriche ormai consolidate come l’antimorbillo e l’antivaricella resta intorno al 70%, ben al di sotto di quanto raccomandato



BOLZANO. Le coperture per le vaccinazioni obbligatorie in età pediatrica per gli anni 2019, 2020 e 2021 in Trentino Alto Adige non hanno raggiunto il target raccomandato. Lo comunica la Fondazione Gimbe, che ha elaborato un report relativo all'impatto della pandemia Covid-19 sulle dieci vaccinazioni obbligatorie: 6 incluse nel vaccino esavalente, tre nel vaccino trivalente, oltre all'anti-varicella. Sono inoltre raccomandate, ma non obbligatorie, ulteriori 4 vaccinazioni ad offerta attiva e gratuita da parte delle regioni: anti-meningococcica B, anti-meningococcica C, anti-pneumococcica, anti-rotavirus.

In Alto Adige le coperture per le vaccinazioni obbligatorie di antipoliomielitica (indicatore rappresentativo per l'esavalente e il cui target raccomandato è ≥95%) hanno raggiunto l'81,18% nel 2019 per poi scendere all'80,83% nel 2020 e al 75,62% nel 2021 (sotto il target raccomandato). Per l'antimorbillo (indicatore rappresentativo per la trivalente e il cui target raccomandato è ≥95%) hanno raggiunto il 75,53% nel 2019 per poi salire al 77,12% nel 2020 e scendere al 71,07% nel 2021 (sotto il target raccomandato). Per l'antivaricella (target raccomandato ≥95%) hanno raggiunto il 73,24% nel 2019 per poi salire al 75,74% nel 2020 e scendere al 71,19% nel 2021 (sotto il target raccomandato).

Le coperture per le vaccinazioni raccomandate di anti-pneumococcica (target raccomandato ≥95%) hanno raggiunto il 76,44% nel 2019 per poi scendere leggermente al 76,21% nel 2020 e scendere ulteriormente al 71,71% nel 2021 (sotto il target raccomandato). Quelle anti-rotavirus hanno raggiunto il 23,63% nel 2019 per poi salire al 41,69% nel 2020 (target raccomandato ≥95%) e scendere nuovamente al 39,68% nel 2021 (sotto il target raccomandato ≥95%).

I vaccini anti-meningococcica B (target raccomandato ≥95%) hanno raggiunto il 47,29% nel 2019 per poi salire al 49,87% nel 2020 e al 49,95% nel 2021 (sotto il target raccomandato). Infine per i vaccini anti-meningococcica C la raccolta, trasmissione e reporting dei dati risulta eterogenea a livello nazionale, e pertanto è impossibile effettuare il benchmark regionale.













Altre notizie

Attualità

la tragedia

Incendio in un'autofficina a Milano: tre morti e tre feriti

E' accaduto tra via Fra Galgario 8 e via Anguissola. Le vittime si trovavano all'interno di un appartamento al terzo piano dell'edificio di 6 piani in cui è sviluppato il rogo. Sarebbero un'anziana, un cittadino italiano e un'altra persona di origini straniere. Tra i feriti anche un addetto dell'officina da cui sono partite le fiamme (foto Ansa)