IL CASO

Schernito su Whatsapp per le sue scarse qualità calcistiche, va al campo e spara

Centrato da un proiettile l'uomo sbagliato, che ora è grave

CASERTA

CASERTA. Dopo una presunta offesa alle sue doti di calciatore ricevuta in un gruppo su whatsapp, ha preso la pistola a casa, si è recato al campo di calcetto dove stava giocando colui che lo avrebbe insultato, e ha tentato di vendicarsi facendo fuoco, ma non ha ferito il vero bersaglio, bensì un'altra persona intervenuta a far da paciere.

L'episodio è accaduto a San Cipriano d'Aversa (Caserta); in carcere è finito un 48enne, già noto alle forze dell'ordine per reati comuni, mentre la vittima, un 40enne, colpito all'addome, è ricoverato in prognosi riservata alla clinica Pineta Grande di Castel Volturno. L'aggressore è stato fermato dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Casal di Principe per tentato omicidio; nelle prossime ore il Gip del tribunale di Napoli Nord deciderà se confermare o meno il fermo.

I militari hanno sequestrato anche l'arma usata, una calibro 7.65 con matricola abrasa.