Occupazione Eurozona +0,2%, Italia tra aumenti maggiori



BRUXELLES - Il numero degli occupati nel secondo trimestre del 2019 è cresciuto dello 0,2% nella zona euro e dello 0,3% nella Ue-28 nel secondo trimestre del 2019. Nel primo trimestre era aumentato di 0,4% e 0,3%. Lo comunica Eurostat nella sua seconda stima, sottolineando che con 241 milioni di persone con lavoro nella Ue, di cui 160 milioni nella zona euro, si tocca il record di occupati. L'Italia è tra i Paesi che hanno registrato l'aumento maggiore con 0,5%, preceduta da Grecia e Cipro (entrambi 0,7%), Polonia e Slovenia (+0,6%). I cali maggiori si sono avuti invece in Croazia (-1,6%), Lettonia (-1,1%), Irlanda e Portogallo (-0,6%).  









Altre notizie



Attualità

la tragedia

Incendio in un'autofficina a Milano: tre morti e tre feriti

E' accaduto tra via Fra Galgario 8 e via Anguissola. Le vittime si trovavano all'interno di un appartamento al terzo piano dell'edificio di 6 piani in cui è sviluppato il rogo. Sarebbero un'anziana, un cittadino italiano e un'altra persona di origini straniere. Tra i feriti anche un addetto dell'officina da cui sono partite le fiamme (foto Ansa)