Sì al suicidio assistito,appello degli esperti alla Consulta



(ANSA) - ROMA, 9 SET - Modificare il divieto di suicidio assistito, in quanto "non risponde più ai valori di libertà e di autonomia costitutivi della dignità della persona e tutelati dalla Costituzione". A chiederlo alla Corte Costituzionale, in vista dell'udienza del prossimo 24 settembre, sono un ampio numero di esperti riuniti oggi al convegno in corso nella sala Isma del Senato "Per il diritto al suicidio medicalmente assistito: un'urgenza non più rimandabile", organizzato dalla Consulta di Bioetica insieme e l'Unione Atei e Razionalisti (Uaar), insieme ad altre 11 associazioni.    I firmatari, che si sono costituiti idealmente in 'amici curiae', ovvero esponenti della società civile che avanzano suggerimenti alla Corte, sono filosofi, politologi, giuristi, medici e anche persone che da tempo hanno sposato la battaglia per l'autodeterminazione nelle scelte sul fine vita, come l'anestesista Mario Riccio, Beppino Englaro, il padre di Eluana.(ANSA).   















Altre notizie









Attualità