Calcio

Al Südtirol arriva anche Mirko Carretta: «Ci sono tutti i presupposti per fare buone cose»

Il 31enne attaccante esterno arriva dal Perugia. «Conosco bene la serie B, pronto a fornire un contributo a tutto tondo»



BOLZANO. Piano piano, la rosa per la serie B del Südtirol inizia a prendere forma. L’ultimo colpo portato a casa è quello di Mirko Carretta, esterno 31enne del Perugia.

L’attaccante 31enne si è legato al club biancorosso con un contratto biennale, ovvero fino al 30 giugno 2024. Nella stagione agonistica 2021-2022, con la casacca del Perugia ha disputato 26 partite, di cui 24 nel campionato di serie B con 1 rete, una nei playoff e 2 in Coppa Italia con 2 reti. assist. Complessivamente vanta 334 gare ufficiali tra i professionisti, con 49 reti e 31 assist.

Nato a Gallipoli in provincia di Lecce il 23 novembre 1990, 178 centimetri, piede sinistro, attaccante-ala destra, all’occorrenza anche punta centrale o ala sinistra, impiegato come seconda punta o trequartista o a centrocampo, Mirko Carretta ha disputato 153 gare in serie B con 18 reti e 16 assist più una gara di playoff tra i cadetti con un assist, 156 gare in C con 24 reti e 12 assist a cui si aggiungono 6 gare di playoff con 2 assist. In Coppa Italia Lega serie A ha collezionato 9 gare con 2 reti, tra cui il gol messo a segno contro l’FC Südtirol al 47’ del turno preliminare (assist di Falzerano), l’8 agosto 2021 sul terreno del “Curi” nella gara vinta dal Perugia per 1-0. In Coppa Serie C: 9 gare con 3 reti e 2 assist.

Nella stagione 2021-2022, in campionato ha collezionato con la maglia del “Grifo” 24 gettoni di presenza, 9 partendo nell’11 titolare e 15 da subentrato (totale 924’). L'ultima presenza di Carretta risale al 14 maggio, contro Brescia. In quella gara ha fornito un assist vincente nella sconfitta per 3-2. In totale l'attaccante ha segnato 1 rete nel 2021-2022; ha inoltre fornito 1 assist. Ha ricevuto 4 cartellini gialli. Il suo gol in campionato è arrivato in una sconfitta 3-2 contro Ascoli il 28 agosto 2021. Proviene da 5 campionati consecutivi in serie B. Prima di Perugia: Cosenza 2020-2021 (35 gare in campionato con 5 reti) e 2019-2020 ((29 gare e 4 reti), Cremonese 2018-2019 (30 gare, 1 gol) e Ternana 2017-2018 (35 gare, 7 reti). In precedenza: Matera 2016-2017 in C con 32 gare e 7 reti, 2016-2016 in C 32 gare e 2 reti e dal gennaio a giugno 2015 in C 20 gare e 7 reti.

La carriera professionistica l’ha iniziata nel Gallipoli, in C1, con 3 gare nel 2007-2008 e una l’anno successivo, quindi la D a Matera (29 gare e 9 gol), la C1 ad Andria nel 2010-2011 (25 gare e 3 reti) e a Benevento nel 2011-2012 (11 partite), quindi il Barletta nel 2012-2013 (21 gare, 2 gol), il Benevento nel 2013, fino al passaggio a dicembre al Matera in D (15 gare, 3 gol), poi nel gennaio 2015 l’approdo al Matera.

Carretta, quali sono le tue prime sensazioni da giocatore del Südtirol?

Sinceramente sono molto contento di aver firmato con un club come questo, in una società importante e molto ben strutturata come il Südtirol, in cui ci sono le basi e sussistono tutti i presupposti per fare buone cose.

Cosa ti ha spinto a scegliere questa società e a vestirti di biancorosso?

Da parte mia c’è, prima di tutto, l’apprezzamento nei confronti di una realtà che mi ha cercato, che ha riposto fiducia verso di me, che mi ha fatto sentire da subito parte integrante di un progetto, oltre che la consapevolezza di arrivare in una squadra, in una società organizzata, impegnata da tempo in un costante processo di crescita e sviluppo in tutti i sensi. Arrivo per fornire il mio contributo a tutto tondo.

Per il Südtirol si tratta della prima stagione in assoluto in Serie B. Tu la categoria la conosci invece molto bene. Oltre che sul piano tecnico, dove ti senti di poter dare il maggior contributo alla squadra?

Sono ormai quasi sei anni che gioco in B e credo di avere acquisito una certa conoscenza della categoria. Oltre a questo farò di tutto fuori dal terreno di gioco per portare il mio bagaglio di esperienza. La B è un campionato sicuramente molto diverso rispetto alla C, sotto tanti punti di vista e diversi aspetti.

Nella preliminare di Coppa Italia Lega Serie A, nell’agosto dello scorso anno, con la maglia del Perugia hai segnato il gol-partita al Südtirol: segno del destino o semplice e fortuita coincidenza?

La prima rete della stagione ormai conclusa, segnata al Südtirol con la maglia del Perugia neopromosso probabilmente è un segno del destino più che una semplice coincidenza. Ora spero di realizzare tanti gol per il Südtirol!.

Nella stagione 2021-2022 hai avuto come compagni di squadra Filippo Sgarbi e Manuel De Luca, due ex calciatori biancorossi. Cosa ti hanno raccontato del Südtirol?

A Perugia ho avuto modo di giocare con Filippo Sgarbi e Manuel De Luca, due ex che mi hanno parlato benissimo di questa società e di questo territorio. Quando l’hanno saputo mi hanno ribadito che questo è un club al top. Posso dire che tutti quelli che conosco con un trascorso in biancorosso mi hanno detto splendide cose e anche questo mi ha indotto ad accettare subito con immenso piacere e grande voglia di fare bene. Sia Pippo che Manuel - quest’ultimo bolzanino autentico -, mi hanno fatto tanti complimenti.

















Altre notizie







Attualità