FOTO SCANDALO

Presepe profanato, il pm archivia ma il Comune si oppone 

Le foto oscene erano finite sui social, la giunta comunale si oppone alla richiesta

BOLZANO. La polemica era scoppiata, durante l’Avvento, dopo che sui social media era stata postata una foto che mostrava tre giovani in pose oscene immortalati all’interno del presepe allestito durante il Mercatino di Natale, in piazza Walther di fronte alla Cassa di risparmio.

Le reazioni a livello politico erano state durissime, ma anche tanti cittadini si erano indignati davanti alla profanazione fotografica dei personaggi del presepe. La questione era approdata in giunta comunale e il sindaco Renzo Caramaschi aveva presentato denuncia ritenendo quella foto particolarmente offensiva.

Le indagini condotte dalla polizia avevano consentito di individuare i tre giovani, di cui un maggiorenne e due minorenni, denunciati all’autorità giudiziaria per vilipendio alla religione. Diversa la valutazione del sostituto procuratore Axel Bisignano, per il quale si tratterebbe invece di un fatto di lieve entità, di qui la richiesta di archiviazione.

La giunta comunale, nell’ultima riunione, ha esaminato la vicenda ed ha deciso di ricorrere contro la richiesta formulata dal pubblico ministero.