Appiano, il cielo si può osservare anche dal balcone

Appiano. Interessante iniziativa della Consulta culturale di Appiano che invita i propri soci a guardare le stelle...dal balcone di casa. Grazie anche ai preziosi consigli del proprio socio Carlo...

Appiano. Interessante iniziativa della Consulta culturale di Appiano che invita i propri soci a guardare le stelle...dal balcone di casa. Grazie anche ai preziosi consigli del proprio socio Carlo Azimonti, un vero esperto in materia, con cui era stata organizzata un’escursione di successo sul tema proprio lo scorso anno.

«Purtroppo - scrive il direttivo della Consulta - la situazione attuale comporta lo spostamento e-o l'annullamento degli eventi in programma in questa prima parte dell'anno ma vogliamo comunque essere con tutti voi. Il nostro socio e amico Carlo Azimonti che l'anno passato ci ha accompagnato sul Clivio per osservare il cielo con la sua attrezzatura ci propone ora, in questo periodo "di clausura", l'osservazione del cielo dal nostro balcone, senza strumentazione. È una proposta settimanale in funzione degli oggetti celesti meritevoli di essere osservati». E i consigli da seguire sono proprio quelli dell’esperto.

«Per le osservazioni del cielo vi propongo degli incontri settimanali in un comodo orario compreso tra le 21 e le 22. Gli incontri sono tra voi e gli astri del cielo, senza bisogno che incontriate altre persone. Con l’equinozio di primavera del 20 marzo scorso il Sole sorge esattamente a est e tramonta a ovest; a mezzogiorno ci indica la direzione del sud. Conoscendo la direzione del sud possiamo individuare le altre direzioni: guardando verso sud con le braccia aperte, il nord è alle nostre spalle, l’est è alla nostra sinistra e l’ovest alla nostra destra. Questa settimana incominciamo da Venere, il secondo pianeta in ordine di distanza dal sole. È l’oggetto celeste più luminoso dopo il Sole e la Luna. Individuarlo è facile: basta guardare in direzione ovest subito dopo il tramonto del solo poco dopo le 20. Partendo da Venere come punto di riferimento, da non perdere sarà l’ammasso delle Pleiadi estemamente vicino con Venere nella costellazione del Toro nei primi giorni di aprile (la loro “congiunzione” avverrà il 3 aprile)».

©RIPRODUZIONE RISERVATA.