Bolzano

Tornano i furti nelle abitazioni: i ladri si portano via la cassaforte 

Incursione in centro a Bolzano verso mezzogiorno. I malviventi devono aver atteso che il proprietario di casa si allontanasse: in tre ore hanno rovistato ovunque e se ne sono andati con gioielli e contanti. 

BOLZANO. Durante la pandemia, e in particolare durante i lockdown, il numero dei furti in abitazione era sceso drasticamente. Difficile, d’altra parte, entrare in un appartamento per rubare, se l’intera famiglia è costretta a rimanervi 24 ore su 24, per intere settimane. Il lento ritorno alla normalità, purtroppo, ha fatto tornare in attività anche i topi d’appartamento. Ne sa qualcosa il bolzanino che l'altro giorno ha ricevuto la sgraditissima visita dei ladri, in pieno giorno.

È bastato che si assentasse, attorno a mezzogiorno, perché i ladri entrassero nell’appartamento di una palazzina del centro, a due passi da via Cassa di Risparmio, e lo mettessero a soqquadro. E hanno avuto tutto il tempo per farlo visto che il proprietario è stato via circa tre ore e, quando è tornato, gli è stato immediatamente chiaro cosa fosse successo a casa sua. Sono entrati passando dal giardino, hanno forzato la porta del soggiorno e poi, hanno “perquisito” l’alloggio con meticolosa attenzione, aprendo ogni singolo cassetto e ogni singolo armadio, alla spasmodica ricerca di oggetti di valore.

Nel corso dell’incursione, hanno scoperto che, incassata in una delle pareti, c’era una cassaforte e, mostrando indubbia professionalità, l’hanno “sfilata” dal muro e se la sono portata via, così da poterla aprire con tutta calma in un luogo sicuro. All’interno della cassetta blindata c’erano gioielli, contanti, il passaporto e le chiavi di riserva dell’appartamento stesso. Particolare, questo, che ha costretto i proprietari di casa a cambiare immediatamente tutte le serrature d’accesso all’alloggio.

Oltre all’amarezza per il furto subito, alla rabbia per la propria privacy violata, il bolzanino derubato ha anche una certezza: prima di entrare in azione, i malviventi hanno senza dubbio compiuto un sopralluogo in zona e osservato i suoi spostamenti. È molto molto difficile, infatti, che all’interno dell’edificio non ci sia nessuno. Al momento del furto, invece, gli inquilini degli altri due appartamenti erano via: quelli di uno alloggio erano in vacanza, al lavoro gli altri. Difficile pensare, insomma, che tanta tempestività sia frutto di una semplice coincidenza.

I vicini di un’altra palazzina, invece, hanno visto due ragazzi allontanarsi di corsa proprio quando sarebbe stato compiuto il furto. Gli investigatori della questura di Bolzano, subito allertati, hanno compiuto un approfondito sopralluogo e raccolto tutti gli elementi necessari alle indagini. Non sono state trovate impronte digitali, ma è stata rilevata solo un’impronta di scarpa sul vetro della porta ammaccata. Risalire ai responsabili dell’incursione, insomma, non sarà facile. Facile, ma non impossibile visto che anche di recente le forze dell’ordine hanno assicurato alla giustizia ladri d’appartamento e rapinatori.

I consigli per evitare di avere brutte sorprese sono diversi. Importante sarebbe istituire una sorta di vigilanza comune così da garantire un controllo costante dell’intero palazzo e anche di quelli vicini. Persone sospette che si aggirano nella zona, rumori strani provenienti dall’appartamento dei vicini che sappiamo essere in vacanza vanno subito segnalati alle forze dell’ordine. Meglio una segnalazione inutile che rischiare di Evitate di postare sui social foto delle località di vacanza in cui vi trovate ed evitare così di far sapere al mondo che siete lontani dalla vostra abitazione. Se potete, fate ritirare la posta da una persona fidata, in modo che non si accumuli nella cassetta e riveli a chiunque che non siete in casa da giorni. State sempre all’erta, insomma.