Donne di Montagna

Prima lo slittino, poi il trekking: una giornata a tutta adrenalina

Le Donne di Montagna in Paganella sulla nuova pista da quasi 900 metri. Con una sfida tutta da gustare



PAGANELLA. Lanciarsi a tutta velocità con lo slittino, un'esperienza che non ha età. E così le nostre Donne di montagna questa settimana ci portano alla scoperta della nuova pista da slittino della Paganella, aperta il 6 gennaio scorso.

Si accede da Fai della Paganella, con la seggiovia Santel-Meriz. Dal Rifugio Meriz, è poi possibile utilizzare la seggiovia biposto, del campo scuola Rolly Marchi, per raggiungere la partenza del percorso, che termina ai piedi della pista da sci per principianti. Gli slittini si possono ritirare presso il rifugio Meriz.

La pista, gestita da Paganella 2001 spa, ha uno sviluppo complessivo di 880 metri, un dislivello negativo di 100 metri e una pendenza media del 10% con punte del 20%. È aperta tutti i giorni dalle 9 alle 16. È un'avventura adatta a tutti, per i più piccoli è consigliato l'utilizzo della slitta biposto accompagnati da un adulto. Casco obbligatorio per i minorenni.

Nel video le Donne di Montagna hanno improvvisato una simpatica competizione, lanciandosi a tutta velocità sulla pista con le slitte. Dopo tante discese, le nostre Donne di Montagna si sono concesse una pausa al rifugio Meriz a base di prodotti locali, formaggi e salumi e un fresco aperitivo.

In Paganella con le Donne di Montagna: l’adrenalina dello slittino, il romanticismo del Sentiero dell’Amore

Competizione con gli slittini per questa nuova avventura targata Donne di Montagna in Paganella. Le ragazze si sono lanciate con le slitte sulla nuova pista che si raggiunge dal paese di Fai. Dopo una pausa al rifugio Meriz, si sono concesse un semplice trekking "romantico".

Poi sono rimesse in moto con un trekking e qui le alternative sono molte. Si può arrivare in località Dosson: un trekking che si può fare a piedi o con le ciaspole a seconda della presenza di neve o meno. Si tratta di un tracciato immerso nel bosco e lungo circa 4.300 metri, con un dislivello di 150 metri, percorribile in entrambi i sensi: da località Dosson o Meriz.  A metà strada circa si trova il punto panoramico Croz del Rasar da cui è possibile dominare dall’alto Andalo e godere di un panorama unico sulle Dolomiti di Brenta.

Le ragazze hanno scelto il “Sentiero dell’amore”, un’alternativa per poter ammirare un panorama strepitoso su tutta la Valle dell’Adige dall’alto. Si tratta, appunto, di un emozionante e semplice percorso panoramico dal Rifugio Meriz fino ad un balcone naturale affacciato sulla valle: un luogo per innamorati e non, per assaporare a pieno anche il lato romantico della montagna! Due passi nell'ombra dei boschi sovrastanti Fai della Paganella e nei pressi nell'accogliente rifugio Meriz.

















Altre notizie







Attualità