feste

Anche Vipiteno «apre» il mercatino di Natale: «I prodotti locali la nostra forza»

Inaugurate le 30 bancarelle con i cori, quest’anno è dedicato alle campane. L’obiettivo è superare i 100mila visitatori dello scorso anno



VIPITENO. Non solo Bolzano e Merano. I mercatini di Natale sono il segno distintivo dell’Alto Adige e oggi, giovedì 24 novembre, anche Vipiteno ha inaugurato il suo con una cerimonia nella chiesa di S. Spirito, in Piazza Città.

La celebrazione è stata inaugurata dal coro maschile di Vipiteno e da più di 50 bambini della Scuola di musica di Vipiteno. Dopo la cerimonia, il sindaco Peter Volgger ha acceso le luci del grande albero di Natale in Piazza Città.

"Siamo soddisfatti di essere riusciti a mettere insieme un programma vario e interessante dopo gli ostacoli della pandemia. Il nostro mercatino di Natale fa parte dei cinque mercatini originali dell'Alto Adige e anche quest'anno è incentrato sul tema delle campane", hanno dichiarato Verena Senn e il direttore Florian Mair, responsabili dell’organizzazione del Mercatino.

Nell'ambito dell'inaugurazione, il sindaco di Vipiteno ha consegnato il tradizionale biglietto sostitutivo degli auguri di Buon Anno. Quest'anno è stato creato dall'artista Doris Moser di Campo di Trens.

Il momento culminante della cerimonia di apertura è stata l'esecuzione di alcuni brani con il carillon della Torre delle Dodici, insieme alla Banda musicale di Vipiteno e al coro maschile. Il carillon è stato suonato dal vivo dal compositore Josef Haller di Vipiteno.

Fino al 6 gennaio, più di 30 bancarelle creeranno un'atmosfera natalizia e attireranno numerosi visitatori con i loro prodotti. Per gli organizzatori è particolarmente importante che il maggior numero possibile di bancarelle offra prodotti locali e altoatesini.

L'anno scorso, nonostante le restrizioni, oltre 100.000 visitatori hanno visitato il Mercatino di Natale di Vipiteno e quest'anno si punta a fare ancora meglio.

















Altre notizie







Attualità