il caso

Eurodeputato Afd esulta per la morte di David Sassoli, è bufera

L'insulto di Fest: “finalmente se n’è andato”. Solo in serata le scuse

BRUXELLES. "Finalmente questo bastardo se n'è andato". Alla notizia della morte di David Sassoli, ha esultato così, nella chat interna del suo partito, l'eurodeputato di Afd Nicolaus Fest.

E le parole dell'esponente dell'estrema destra tedesca sono arrivate come un macigno in un Europarlamento ancora scioccato dalla prematura scomparsa del suo presidente.

Una pioggia di durissime critiche ha inondato i social di Fest mentre sia in Italia che a Bruxelles diversi suoi colleghi hanno condannato in maniera netta l'uscita.

Ma Fest non si è subito pentito e in un post su Facebook ha spiegato che il problema non era tanto il suo messaggio quanto il fatto che fosse trapelato. Poi, solo in serata, il passo indietro. "Le mie parole sono state inappropriate. Mi dispiace. Se fosse ancora vivo, gli chiederei scusa", ha dichiarato l'europarlamentare.

Le parole di Fest sono state rivelate dalla tv pubblica tedesca Ard, alla quale qualcuno ha mandato anche gli screenshot dell'orrendo messaggio dell'esponente dell'Afd. 

E il portavoce del partito Joerg Meuthen ha preso le distanze da Fest definendo "inquietante e ripugnante" quanto scritto nella chat.

Anche il leghista Marco Zanni, capogruppo di Identità e Democrazia del quale fa parte l'Afd all'Europarlamento, ha ufficialmente condannato gli insulti di Fest annunciando "azioni disciplinari".