Coronavirus: Gimbe, più 140% contagi nell'ultimo mese

(ANSA) - ROMA, 21 AGO - In generale l'analisi della Fondazione Gimbe indica che dal 12 al 18 agosto i casi sono aumentati del 20,6% rispetto alla settimana precedente, passando da 3.399 a 2.818 (581 in più), a fronte di un lieve aumento dei casi testati (180.300 da 174.671). Nello stesso periodo i ricoverati con sintomi sono stati 42 in più (da 801 a 843) e 9 in più i ricoveri in terapia intensiva (da 49 a 58). "Dopo 4 settimane di crescita costante - rileva ancora Cartabellotta - siamo davanti a segnali che invitano a mantenere l'attenzione molto alta sull'andamento dell'epidemia nel nostro Paese".    L'analisi indica inoltre "che in sei regioni e nelle province autonome di Trento e Bolzano "si rileva una riduzione complessiva di 180 nuovi casi rispetto alla settimana precedente"; in 13 regioni si registra un aumento dei nuovi casi per un totale di 761, dai 169 del Lazio agli 8 della Sardegna.    "Quale indicatore della diffusione del contagio abbiamo rivalutato la distribuzione geografica dei 15.089 casi attivi al 18 agosto, aumentati complessivamente di 1.528 unità (+11,3%) rispetto alla settimana precedente", spiega Cartabellotta. E' emerso così che la Lombardia, seppure in calo relativo (-3,6%) e assoluto (-200) rispetto all'11 agosto, conta il 35,2% dei casi (5.314); un ulteriore 51,5% si distribuisce tra Emilia-Romagna (1.789), Veneto (1.688), Lazio (1.359), Piemonte (897), Sicilia (722), Toscana (718) e Campania (596); i rimanenti 2.006 casi (13,3%) si sono verificati nelle restanti 11 regioni e nelle 2 province autonome, dagli 8 della Valle d'Aosta ai 340 della Puglia. (ANSA).