Vino: in Vda lieve aumento produzione e ottima qualità



(ANSA) - AYMAVILLES, 04 AGO - Una produzione in linea o in lieve aumento rispetto a quella del 2021 (che era stata in calo rispetto all'anno precedente) e una qualità molto elevata: questa, in sintesi, la previsione per la vendemmia 2022 in Valle d'Aosta.

"L'anno scorso ha già rappresentato un deficit del 30% rispetto all'anno prima. Fare delle valutazioni oggettivamente è complicato. Possiamo immaginare da quello che vediamo che sarà in linea o leggermente superiore rispetto a quella dello scorso anno. Qualitativamente molto molto interessante, questo sicuramente", ha detto all'ANSA Giulio Corti, del direttivo del neonato Consorzio vini Valle d'Aosta, a margine della presentazione dell'evento 'Vini in vigna'.

"Abbiamo avuto questa poca piovosità - ha spiegato Corti - che ha praticamente azzerato i problemi sanitari. Quest'anno abbiamo fatto pochissimi trattamenti proprio alla luce del fatto che non ha praticamente mai piovuto. E questo forse è l'aspetto più interessante della qualità dell'uva. Qualitativamente avremo un grande risultato. Oggi stabilire il dettaglio della quantità è un po' un problema, anche perché inizieremo con le basi spumanti, poi la vendemmia andrà avanti fino a novembre. Quindi avremo bisogno di valutare l'aspetto della maturazione vera e propria, da adesso in avanti ci giochiamo tutto". (ANSA).















Altre notizie









Attualità