I COMMENTI

Screening di massa, i bolzanini convinti: "Dobbiamo fare la nostra parte"

In coda anche l'ex senatore Palermo: "Forse i turni potevano essere organizzati in modo diverso, ma la salute pubblica ha la precedenza" (foto Davide Pasquali)

BOLZANO. Tra i cittadini in fila davanti al centro Vintola nel centro storico di Bolzano anche il costituzionalista ed ex senatore Francesco Palermo: «Forse i turni potevano essere organizzati in modo diverso, soprattutto di venerdì con tanta gente che deve andare al lavoro, ma in questo momento la salute pubblica ha assoluta precedenza su tutto», ha detto Palermo.

Unanime il giudizio positivo tra i cittadini in fila davanti al presidio. «È importante dare il nostro contributo per fare ripartire il prima possibile l'economia, altrimenti gli effetti saranno devastanti», dice un bolzanino. Anche una pensionata ribadisce l'importanza di «dare una mano al nostro Alto Adige».

Uno studente 20enne racconta di vivere in un convitto e di prestare perciò particolare attenzione alle misure anti contagio. «Per me è stato logico farmi testare», dice.