Putin, energia in Ue 10 volte più cara che in Unione Eurasia

(ANSA) - ROMA, 09 DIC - I prezzi dell'energia in Europa sono di ben dieci volte superiori a quelli dell'Unione economica eurasiatica: lo ha dichiarato, citato dalla Tass, il presidente russo, Vladimir Putin, intervenendo al summit dei Paesi dell'Unione (Eaeu), che raggruppa 5 Paesi ex sovietici (Russia, Blielorussia, Kazakhstan, Armenia e Kirghizistan) nella capitale kirghiza, Bishkek. "Prezzi e tariffe dell'energia nell'Eaeu sono radicalmente differenti che presso i nostri vicini occidentali. Diciamo che la differenza dei prezzi fra l'Eaeu e l'Ue è di dieci volte o più", ha detto il capo del Cremlino. La Federazione russa, ha aggiunto Putin, parlando da Bishkek, intende ridurre il deficit di bilancio federale dall'attuale 2% allo 0,7% entro il 2025, passando per il 2% il prossimo anno e per l'1,4% nel 2024. "Mi sento certio che ce la faremo a farlo", ha detto Putin. (ANSA).







Gallerie

Putin, energia in Ue 10 volte più cara che in Unione Eurasia

(ANSA) - ROMA, 09 DIC - I prezzi dell'energia in Europa sono di ben dieci volte superiori a quelli dell'Unione economica eurasiatica: lo ha dichiarato, citato dalla Tass, il presidente russo, Vladimir Putin, intervenendo al summit dei Paesi dell'Unione (Eaeu), che raggruppa 5 Paesi ex sovietici (Russia, Blielorussia, Kazakhstan, Armenia e Kirghizistan) nella capitale kirghiza, Bishkek. "Prezzi e tariffe dell'energia nell'Eaeu sono radicalmente differenti che presso i nostri vicini occidentali. Diciamo che la differenza dei prezzi fra l'Eaeu e l'Ue è di dieci volte o più", ha detto il capo del Cremlino. La Federazione russa, ha aggiunto Putin, parlando da Bishkek, intende ridurre il deficit di bilancio federale dall'attuale 2% allo 0,7% entro il 2025, passando per il 2% il prossimo anno e per l'1,4% nel 2024. "Mi sento certio che ce la faremo a farlo", ha detto Putin. (ANSA).

Manovra: Calenda, Meloni deve darsi una svegliata

(ANSA) - ROMA, 09 DIC - "Meloni deve darsi una svegliata, stiamo parlando di giorni dell'innalzamento al tetto al contante e la trovo una cosa assurda. Questo non è il vero problema di questo Paese. L'incontro con la premier è andato bene per il meccanismo sul taglio delle bollette, poi nei giorni successivi i nostri hanno proseguito il lavoro con i tecnici di Chigi, ma anche se migliorassero quelle poche cose su cui concordavamo non si può ancora sentire parlare di pos o tetto al contante, noi abbiamo ben altri problemi da risolvere, perché non c'è un solo elemento fatto bene in questa manovra". A dirlo è Carlo Calenda di Azione (ANSA).

Papa, in noi dono grazia, ma scegliere il bene costa fatica

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 08 DIC - "Pure noi peccatori abbiamo ricevuto un dono iniziale che ci ha riempito la vita, un bene più grande di tutto, una grazia originaria, di cui spesso non siamo consapevoli", ha detto papa Francesco all'Angelus dell'Immacolata Concezione. "Di cosa si tratta? - ha spiegato - Di ciò che abbiamo ricevuto nel giorno del nostro Battesimo, che per questo ci fa bene ricordare, e anche festeggiare! Nel Battesimo, infatti, anche su di noi è sceso lo Spirito Santo, Dio si è calato nella nostra vita, siamo diventati per sempre suoi figli amati. Ecco la nostra bellezza originaria, di cui gioire!" Il Papa ha chiesto quanti ricordano la data del proprio Battesimo e se non la sanno di chiederla in famiglia, perché a lì risale l'origine della propria "grazia". Secondo il Pontefice, "oggi Maria, sorpresa della grazia che l'ha fatta bella fin dal primo istante di vita, ci porta a stupirci della nostra bellezza". "Possiamo coglierla attraverso un'immagine: quella della veste bianca del Battesimo - ha sottolineato -; essa ci ricorda che, al di sotto del male di cui ci siamo macchiati negli anni, c'è in noi un bene più grande". Per il Papa, quindi, "quando le cose non vanno e ci scoraggiamo, quando ci abbattiamo e rischiamo di sentirci inutili o sbagliati, pensiamo a questo, alla grazia originaria". E un altro insegnamento importante di oggi, di cui ha parlato il Pontefice, è che "custodire la nostra bellezza richiede un costo, una lotta", dal momento che "per esperienza lo sappiamo tutti noi: costa fatica scegliere il bene, costa fatica custodire il bene che è in noi". "Pensiamo a quante volte l'abbiamo sciupato cedendo alle lusinghe del male, facendo i furbi per i nostri interessi o facendo qualcosa che ci avrebbe inquinato il cuore - ha suggerito Francesco -; o anche buttando via tempo in cose inutili e dannose, rimandando la preghiera e dicendo 'non posso' a chi aveva bisogno di noi, quando invece potevamo". "Ma, di fronte a tutto ciò, oggi abbiamo una buona notizia: Maria, l'unica creatura umana senza peccato nella storia, è con noi nella lotta, ci è sorella e soprattutto Madre. E noi, che facciamo fatica a scegliere il bene, possiamo affidarci a lei", ha concluso. (ANSA).

Terremoti: scossa di magnitudo 5.8 in Indonesia

(ANSA) - ROMA, 08 DIC - Una scossa di terremoto di magnitudo 5.8 ha colpito oggi l'Indonesia. Il sisma, secondo quanto riporta l'Istituto geofisico statunitense Usgs, è stato localizzato a 14 km a nord-ovest di Ciranjang-hilir, nella provincia di Giava Occidentale, sull'isola di Giava, ad una profondità di circa 124 km. Non è stata emessa un'allerta tsunami e per il momento non si hanno notizie di vittime o danni. (ANSA).

Marco Cappato riceve l'Ambrogino e lo dedica a Dj Fabo

(ANSA) - MILANO, 07 DIC - Marco Cappato ha ricevuto l'Ambrogino d'oro, la massima onorificenza concessa dal Comune di Milano, per il suo impegno nell' affermare le libertà civili e i diritti umani. Il tesoriere dell'associazione Luca Coscioni ha voluto dedicare il premio a Dj Fabo, Fabiano Antoniani, che lui stesso ha accompagnato in Svizzera perché potesse morire con il suicidio assistito. Un gesto che Cappato ha poi ripetuto per altre persone malate. Al teatro Dal Verme Cappato è infatti arrivato accompagnato da Carmen la madre di Fabo. "Il premio lo abbiamo già dedicato, a Fabo - ha spiegato ai cronisti - . Ho gratitudine per il premio veramente dal profondo del cuore". Poi sulle polemiche ha commentato. "In passato da consigliere comunale non solo ho sostenuto appelli, ricordo quello per l'Ambrogino a Paola Bonzi. Penso che la città si unisca non nel merito di posizioni, ognuno può avere la sua, ma nel riconoscimento dell'importanza nella società di un problema, quello della sofferenza e della libertà alla fine della vita - ha aggiunto -, e anche del coraggio di affrontarlo che è stato innanzitutto quello di Fabo, della mamma Carmen e della moglie Valeria. Ovvero di affrontarlo alla luce del sole e non nella clandestinità". Non tutti sono d'accordo con l'Ambrogino a Marco Cappato tanto che in teatro c'è stata anche una polemica da parte del consigliere comunale di Milano Popolare, Matteo Forte, che ha lasciato il tavolo della commissione degli Ambrogini, sul palco, appena è stato annunciato il nome di Cappato. Tutto il teatro Dal Verme ha però applaudito a lungo il tesoriere dell'associazione Luca Coscioni, che ha ricevuto il riconoscimento dalle mani del sindaco Giuseppe Sala. (ANSA). KZA/ (ANSA).

Giustizia: Nordio, opposizione è sale della fertilità

(ANSA) - ROMA, 07 DIC - "Un saluto ai colleghi dell'opposizione. In un paese democratico l'opposizione è il sale della fertilità". Ha esordito così il ministro della Giustizia, Carlo Nordio, illustrando alla Commissione della Camera le linee programmatiche. "Oggi - ha detto Nordio - avremo la possibilità di un dibattito. Mi rende felice perché il monologo è sempre riduttivo". "Ho visto una enfatizzazione sull'aspetto penale, cui ieri ho dato particolare attenzione, però voglio dire - ha ribadito Nordio - che la prima, la seconda e la terza emergenza sono economiche. Le priorità che il ministero intende dare alla riforma della giustizia riguarda quei settori che dovrebbero avere un impatto sull'economia". "Al netto delle divisioni spero che ci siano riforme sui cui troveremo delle convergenze, perché legate alle emergenze del Paese", ha aggiunto. (ANSA).

Papa, femminicidi nascono da pretesa di possedere l'altro

(ANSA) - ROMA, 07 DIC - "La possessività è nemica del bene e uccide l'affetto: i tanti casi di violenza in ambito domestico, di cui abbiamo purtroppo notizie frequenti, nascono quasi sempre dalla pretesa di possedere l'affetto dell'altro, dalla ricerca di una sicurezza assoluta che uccide la libertà e soffoca la vita, rendendola un inferno. Possiamo amare solo nella libertà, per questo il Signore ci ha creato liberi, liberi anche di dirgli di no". Così il Papa nell'udienza generale. (ANSA).

Conte vede Bonomi,entrambi delusi per assenza di visione

(ANSA) - ROMA, 06 DIC - "Senza forzare la posizione di Confindustria mi sembra di poter dire che condividiamo le valutazioni sulla manovra che accetta una prospettiva recessiva senza misure anticicliche. Siamo molto delusi e condividiamo la gravita' della mancanza investimenti nel sud". Così il leader M5s Giuseppe Conte, al termine dell'incontro con il presidente di Confindustria Carlo Bonomi. (ANSA).

Torino: Extinction Rebellion 'murano' ingresso assessorato

(ANSA) - TORINO, 06 DIC - Un muro di cemento alto due metri è stato costruito questa mattina all'ingresso dell'assessorato all'Ambiente della Regione Piemonte, a Torino, dagli attivisti di Extinction Rebellion. 'Crisi climatica. Chiuso per inadempienza' si legge sui mattoni. Il blitz degli ambientalisti intorno alle otto, in pieno centro, in via Principe Amedeo. Il muro è stato costruito nella notte dagli attivisti vestiti da 'Minions', in segno di protesta con le politiche ambientali della Regione. Gli attivisti si sono poi seduti sul marciapiede ad attendere l'arrivo dei funzionari e delle forze dell'ordine. "La maggioranza che governa la Regione sta raccontando di star facendo tutto il possibile per contrastare la crisi ecoclimatica - spiega Aurora, una delle attiviste sedute accanto al muro - È arrivato il momento che l'assessore Marnati e questo assessorato spieghino ai cittadini come pensano di raggiungere l'unico obiettivo che questo governo si è dato: dimezzare le emissioni sull'intero territorio regionale entro il 2030. Tutto il resto sono solo dichiarazioni vuote, volte a nascondere la propria inadempienza". Gli attivisti si riferiscono alle parole dell'assessore Matteo Marnati che, proprio ieri, aveva parlato di grossi interventi per il 2023. Il commento dell'assessore era arrivato a seguito di un'altra azione avvenuta domenica pomeriggio, in cui due attivisti di Extinction Rebellion avevano colorato di nero le acque delle fontane del Po e della Dora in Piazza Cln, sempre a Torino, per denunciare ancora una volta "la gravissima siccità e l'inadempienza politica regionale". (ANSA).

Corruzione: Nordio, inasprire le pene non serve a nulla

(ANSA) - ROMA, 05 DIC - Contro la corruzione "inasprire le pene e creare nuovi reati non serve a nulla". Lo ha detto il ministro della Giustizia Carlo Nordio intervenendo alla Farnesina all'incontro 'La diplomazia Giuridica al servizio della Pace e della Sicurezza Internazionale: l'impegno dell'Italia nel contrasto alla corruzione', organizzato dal Ministero degli Esteri. Secondo Nordio l'unica soluzione è una "delegificazione rapida e radicale: ridurre le leggi, individuare bene le competenze, semplificare le procedure. Occorre che il cittadino debba bussare a una porta sola e invocare poche leggi chiare". (ANSA).









Altre notizie









Attualità