Afghanistan: bombe su manifestazione presidente Ghani

KABUL, 17 SET - Almeno 24 persone sono morte e altre 31 persone sono rimaste ferite in un attacco questa mattina con un'autobomba nella provincia afghana di Parwan contro una manifestazione elettorale del presidente Ashraf Ghani, il quale è rimasto illeso: lo ha reso noto il dottor Qasim Sangin, direttore dell'ospedale Charakar. Poco dopo un'esplosione vicino a una base militare e all'ambasciata americana ha scosso il centro di Kabul, ha reso noto il portavoce del capo della polizia della capitale, Firdaus Faramarz. Non si hanno per il momento notizie di vittime o feriti. (ANSA).

Gallerie

Afghanistan: bombe su manifestazione presidente Ghani

KABUL, 17 SET - Almeno 24 persone sono morte e altre 31 persone sono rimaste ferite in un attacco questa mattina con un'autobomba nella provincia afghana di Parwan contro una manifestazione elettorale del presidente Ashraf Ghani, il quale è rimasto illeso: lo ha reso noto il dottor Qasim Sangin, direttore dell'ospedale Charakar. Poco dopo un'esplosione vicino a una base militare e all'ambasciata americana ha scosso il centro di Kabul, ha reso noto il portavoce del capo della polizia della capitale, Firdaus Faramarz. Non si hanno per il momento notizie di vittime o feriti. (ANSA).

Israele, al vie le elezioni

TEL AVIV, 17 SET - Oltre sei milioni di israeliani si recano oggi alle urne per scegliere una nuova leadership dopo che le politiche dell'aprile scorso si sono concluse con uno stallo fra il Likud di Benjamin Netanyahu ed il partito centrista Blu-Bianco di Benny Gantz. In tutto il paese i seggi sono stati aperti alle 7 locali (le 6 in Italia) e si chiuderanno alle 22 (le 21 in Italia). Allora tre reti televisive nazionali pubblicheranno i rispettivi exit-poll. I risultati definitivi saranno resi noti nella giornata di domani. Negli ultimi sondaggi il Likud e Blu Bianco appaiono ancora affiancati e relativamente lontani dall'obiettivo di raggiungere la maggioranza parlamentare di 61 seggi. Per motivi di sicurezza, dalla scorsa notte restano chiusi i valichi di transito verso la Cisgiordania e verso Gaza. XBU/

Brexit: primo faccia a faccia Juncker-Johnson a Lussemburgo

BRUXELLES, 16 SET - E' previsto un menu a base di lumache, salmone e formaggi oggi al pranzo di lavoro sulla Brexit tra il premier britannico Boris Johnson ed il leader della Commissione europea Jean Claude Juncker. L'appuntamento per il primo faccia a faccia tra i due, da quando Johnson è diventato primo ministro, è fissato a Lussemburgo. All'incontro partecipano anche il ministro britannico per la Brexit Stephen Barclay ed il capo negoziatore della Ue Michel Barnier, che si riuniranno separatamente in una bilaterale. Secondo fonti britanniche Johnson ribadirà di voler dare corso al risultato del referendum, con un accordo che non può includere il 'backstop', e chiarendo che rifiuterà una nuova estensione se gli verrà offerta.(ANSA).

Calcio: ultrà Juve,simboli nazisti tra materiale sequestrato

TORINO, 16 SET - "Miglior capo. Sei un vero leader, in grado di dare le giuste indicazioni a tutti. Senza dubbio non c'è un capo migliore al mondo. Vali oro!". C'è questa scritta sulla targa sequestrata dalla Digos di Torino a casa di Geraldo Mocciola, detto Dino, leader dei Drughi arrestato nel corso del blitz della polizia nella curva della Juventus. La scritta conferma l'indiscusso ruolo di leader di Mocciola, che dopo essere uscito dal carcere per l'omicidio di un carabiniere all'inizio degli anni Novanta, ha riportato i Drughi in auge tra i gruppi della tifoseria organizzata bianconera. Nella sede dei Drughi, a Moncalieri (Torino), la polizia ha sequestrato bandiere e striscioni con simboli nazisti e fascisti, bassorilievi che rappresentano Benito Mussolini, calendari e quadri del Duce. (ANSA).

LE FOTO

Metro Roma: passeggeri a piedi in galleria per un guasto

ROMA. A piedi per centinaia di metri sotto la galleria della metropolitana a Roma. E' quanto segnalato da alcuni passeggeri, i quali hanno riferito che i vagoni sono stati evacuati a causa di problemi tecnici. Il treno si è fermato nella galleria tra le fermate della linea B, Circo Massimo e Colosseo. Per raggiungere quest'ultima, i passeggeri sono poi scesi - in centinaia secondo quanto riferito - a piedi in galleria, illuminata dalle luci di emergenza. Come riferisce Atac su twitter, la linea B è bloccata tra Castro Pertorio e San Paolo.

'Notre-Dame è ancora in pericolo'

Notre-Dame de Paris "resta in pericolo", a causa della fragilità delle volte e il rischio crolli di un'impalcatura costruito intorno alla guglia prima dell'incendio del 15 aprile: è quanto riferito dall'architetto che guida il cantiere della cattedrale, Philippe Villeneuve, citato da Le Parisien. "Il monumento rimane in pericolo su due piani: quello delle volte che possono sempre cadere e quello dell'impalcatura che può crollare. Non sono inezie...lì ci sono circa 200-300 tonnellate di ferraglia", ha dichiarato l'esperto.

Papa: Dio non può essere pretesto muri

CITTA' DEL VATICANO, 12 SET - Papa Francesco ha ricevuto in udienza Aleksandar Vucic, Presidente della Repubblica di Serbia. L'udienza è durata circa mezz'ora. Secondo quanto riferito dai presenti all'udienza, tra i doni del Presidente al pontefice c'era anche un libro sulla chiesa di San Nicola, edificio che si trova nella regione del Kosovo. Secondo quanto riferito dai giornali serbi nei giorni scorsi, la missione del Presidente in Vaticano era essenzialmente quella di chiedere alla Santa Sede di non riconoscere l'indipendenza del Kosovo. E il dono portato al Papa confermerebbe questa linea. Al termine dell'udienza, il presidente Vucic, incontrando la stampa, si è limitato a dire di non poter riferire i contenuti del colloquio con il pontefice ma di essere contento dell'incontro con Papa Francesco. Bergoglio ha donato al Presidente serbo un medaglione con l'Angelo della pace e i documenti principali del suo pontificato tra i quali il 'Documento sulla Fratellanza umana', firmato nel viaggio di quest'anno ad Abu Dhabi; il pontefice avrebbe ribadito - riferiscono i presenti allo scambio dei doni - la necessità che non ci siano attacchi tra cristiani e musulmani. (ANSA).

Alluvione Livorno: chiesto processo per Nogarin

LIVORNO, 11 SET - La procura di Livorno ha chiesto il rinvio a giudizio per l'ex sindaco Filippo Nogarin e per l'ex responsabile della protezione civile comunale ed ex comandante della polizia municipale della città toscana Riccardo Pucciarelli per l'inchiesta sul'alluvione che colpì Livorno nella notte tra il 9 e il 10 settembre 2017, causando otto morti. Concorso in omicidio colposo plurimo l'ipotesi di reato contestata. L'udienza preliminare è stata fissata per gennaio 2020.

L'America si ferma per ricordare l'11/9

WASHINGTON, 11 SET - L'America si è fermata per ricordare le vittime dell'11 settembre negli stessi minuti in cui furono sferrati gli attacchi. Un minuto di silenzio e' stato osservato alla Casa Bianca, alla presenza della coppia presidenziale, e in molte città, a partire da New York, dove ogni anno vengono letti i nomi delle quasi 3000 vittime.

Morto Stefano Delle Chiaie, fondatore Avanguardia Nazionale

(ANSA) - ROMA, 10 SET - E' morto la notte scorsa al Vannini di Roma Stefano Delle Chiaie, fondatore di Avanguardia Nazionale ed esponente della destra neofascista. Aveva 82 anni. In passato fu coinvolto nella strage di Bologna, da cui fu però assolto per "insufficienza di prove". Nei primi anni '90 fu anche indagato per alcuni attentati a treni. Recentemente aveva anche scritto un libro dal titolo 'L'aquila e il condor: storia di un militante politico'. Coinvolto anche nella strage di piazza Fontana, il dirigente di Avanguardia Nazionale venne assolto nel 1989 "per non aver commesso il fatto". Delle Chiaie era stato arrestato nel marzo del 1987 in Venezuela. Si era reso latitante il 25 luglio del 1970, giorno in cui era stato chiamato a testimoniare sul ruolo di Mario Merlino nella strage di piazza Fontana.