Landini, non stiamo uscendo da crisi, sta peggiorando

(ANSA) - ROMA, 20 GIU - "Non stiamo uscendo dalla crisi economica, la situazione sta peggiorando". Lo ha detto il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini in un Forum con l'ANSA spiegando che negli ultimi 10 anni si è perso il 30-35% della "capacità produttiva". "Non si può raccontare un mondo che non c'è - ha detto. "Il Governo non sta agendo bene - ha aggiunto rispondendo a una domanda sui tavoli di crisi industriale aperti al Mise - si arriva dopo, quando i processi sono in atto. Siamo preoccupati per quello che sta avvenendo".Serve un piano straordinario per il Sud perché mancano le infrastrutture mentre l'Italia potrebbe diventare il polo logistico nel Mediterraneo. Ci vuole "un'idea di sviluppo". Useremo la manifestazione di Reggio Calabria - dice - per dire che siamo contro l'idea di...

Gallerie

Landini, non stiamo uscendo da crisi, sta peggiorando

(ANSA) - ROMA, 20 GIU - "Non stiamo uscendo dalla crisi economica, la situazione sta peggiorando". Lo ha detto il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini in un Forum con l'ANSA spiegando che negli ultimi 10 anni si è perso il 30-35% della "capacità produttiva". "Non si può raccontare un mondo che non c'è - ha detto. "Il Governo non sta agendo bene - ha aggiunto rispondendo a una domanda sui tavoli di crisi industriale aperti al Mise - si arriva dopo, quando i processi sono in atto. Siamo preoccupati per quello che sta avvenendo".Serve un piano straordinario per il Sud perché mancano le infrastrutture mentre l'Italia potrebbe diventare il polo logistico nel Mediterraneo. Ci vuole "un'idea di sviluppo". Useremo la manifestazione di Reggio Calabria - dice - per dire che siamo contro l'idea di un'autonomia differenziata. Il Paese è fin troppo diviso, noi lo vogliamo unire. "Non possiamo permetterci di perdere nemmeno un altro posto di lavoro", ha detto riferendosi ai vari tavoli di crisi occupazionale e industriale.(ANSA).

Maturità: Ungaretti per lo scritto, 'Il porto sepolto'

(ANSA) - ROMA, 19 GIU - "Il porto sepolto", confluita nel 1942 nella raccolta L'allegria, di Giuseppe Ungaretti. E' questa una delle tracce per la prima prova scritta dell'esame di maturità 2019. "Il porto sepolto" è una breve poesia che porta il titolo della prima e omonima raccolta di Ungaretti, pubblicata a Udine nel 1916. La poesia, assieme alle altre del Porto sepolto, confluirà poi nella Allegria di naufragi del 1919 e poi nelle successive edizioni della raccolta, diventando una delle più note della poesia ungarettiana. Il titolo del componimento è fondamentale per comprendere il senso della poetica ungarettiana: il porto è infatti simbolo del viaggio introspettivo del poeta alla ricerca del mistero dell'essere umano. Il poeta stesso ha spiegato più volte nei suoi scritti il senso del titolo di questa raccolta: da ragazzo conobbe dei giovani ingegneri francesi che gli parlarono di un porto sommerso esistente ad Alessandria d'Egitto, città natale dell'autore. Ungaretti rimase profondamente colpito da questa storia proprio perché queste rovine sarebbero rimaste nascoste per sempre: il titolo indica quindi qualcosa di oscuro ed indecifrabile.

Maxifrode: parla clochard accusato,ho evaso 50mln? Mai visti

(ANSA) - NAPOLI, 18 GIU - Vive in una baracca sotto un muro perimetrale della stazione di Gianturco, alla periferia est di Napoli. Bruno Improta, 53 anni, è uno degli indagati nell'ambito dell'inchiesta su una maxitruffa fiscale per evadere l'Iva: a lui, che sbarca il lunario raccattando metallo e roba vecchia tra la spazzatura, sarebbe riconducibile un'evasione di 50 milioni di euro. Bruno è uno dei "disperati", come li chiamavano gli indagati, reclutati per fare da inconsapevoli prestanome. Sul marciapiede dove Improta ha la sua baracca, e dove un altro clochard ne sta allestendo un'altra, tra cumuli di rifiuti e rottami di ferro svetta una bandiera tricolore. All'ANSA racconta come e' stato avvicinato: "Un giorno si sono presentate due persone che non conoscevo e mi hanno offerto cento euro per farsi dare per poche ore la mia carta d'identità. Poco dopo mi hanno restituito la carta e non li ho visti più. Dopo qualche mese mi sono trovato la Guardia di Finanza davanti alla mia baracca". "Ho evaso 50 milioni? E chi li ha mai visti tanti soldi. Le pare che se io avessi 50 milioni starei qui? Andrei a vivere in una villa ad Arcore". Agli agenti della Guardia di finanza che lo hanno avvicinato Improta risponde tranquillo. "Dotto' io non tengo niente da perdere: ho solo una baracca, tre cani ed un gatto. Contavo di poter avere il Reddito di cittadinanza ma che dite - chiede preoccupato al militare - non e' che dopo questo guaio me lo posso scordare?". (ANSA).

Navigator: al via concorso, partita prima ondata selezione

(ANSA) - ROMA, 18 GIU - I cancelli della Fiera di Roma si sono aperti alle 7:45 per i candidati navigator che oggi sosterranno la prima selezione del concorso (ce ne sarà un'altra nel pomeriggio dalle 14:30 e poi altre due al giorno fino a venerdì). La maggior parte arriva direttamente col treno, in molti hanno viaggiato di notte - soprattutto dal Sud - quasi tutti sono con trolley al seguito, visto che ripartiranno appena avranno terminato la prova. Tantissimi sono accompagnati da amici e parenti (che li aspettano sulle poche sedie previste, altri si mettono seduti per terra o sui marciapiedi), molti hanno con sé i figli nel passeggino e alcuni anche il cane al guinzaglio. Su circa 54.000 candidati ammessi alla prova, nel primo turno mattutino di oggi ne erano previsti 9.000 ma se ne sono presentati sicuramente di meno. La fila dei candidati, almeno all'esterno della Fiera, è stata sempre abbastanza scorrevole, fino agli ultimi ritardatari entrati proprio pochissimi minuti fa. La prova durerà 100 minuti, tempo che i candidati avranno a disposizione per rispondere alle 100 domande del quiz. (ANSA).

Rivolta Poggioreale:Osapp-Uspp,caso limite sovraffollamento

Un carcere sovraffollato, carenza di personale penitenziario, condizioni della sanità non sufficienti. I sindacati Osap e Uspp denunciano "da tempo difficoltà e problemi dell'istituto di pena" dove, nella giornata di ieri, i detenuti di un intero padiglione hanno protestato per chiedere "soccorsi per un detenuto, Luciano De Luca, che stava male". Ad oggi, fanno sapere i sindacati, a fronte di una capienza di 1600 unità, nel carcere "sono detenute 2400 persone". "Quello del sovraffollamento è un problema che accomuna molte carceri - dice Ciro Auricchio, segretario regionale dell'Unione Sindacale della Polizia Penitenziaria della Campania - Poggioreale è un caso limite con 800 detenuti in più rispetto alla capienza". A questo va a sommarsi "la carenza di agenti". "In tutta la regione ne mancano 600 - sottolinea - a Poggioreale ne mancano 200". "Quanto accaduto ieri - afferma Vincenzo Palmieri, segretario regionale campano dell'Osapp - è stato il culmine di problemi che esistono da tempo. Si pone anche un problema di sicurezza per gli agenti di polizia penitenziaria". "C'è un carico di lavoro eccessivo per la carenza di personale - spiega - a cui si aggiungono i problemi legati alla sanità che, all'interno delle carceri non funziona". Il rischio di "una nuova protesta è dietro l'angolo", come denuncia Pietro Ioia, presidente dell'Associazione degli ex detenuti. "Questo di Poggioreale è un carcere di malavita - evidenzia - perché anche chi entra per piccoli reati viene reclutato dalla malavita".

Hong Kong, libero leader degli ombrelli

PECHINO, 17 GIU - Joshua Wong, uno degli studenti leader del "movimento degli ombrelli" che per 79 giorni bloccò nel 2014 il centro di Kong Kong con una protesta pro-democrazia, è stato scarcerato dopo aver scontato la condanna a due mesi di reclusione inflittagli per il ruolo avuto nelle manifestazioni. Wong, sorridente, in camicia bianca e con alcune buste piene di effetti personali, è stato accolto da una folta delegazione composta da media e attivisti fuori dal carcere di Lai Chi Kok, secondo le immagini diffuse dai media locali. (ANSA).

Hong Kong: marea umana in piazza, 'oltre un milione'

PECHINO - La seconda marcia in corso oggi a Hong Kong contro la legge sulle estradizioni in Cina avrebbe già raggiunto un numero di adesioni più alto della prima, tenuta domenica scorsa, che gli organizzatori hanno stimato in poco più di un milione di persone. Lo sostengono i media locali, secondo i quali la polizia ha aperto più corsie stradali alla marea di gente e dopo quasi due ore dall'inizio della marcia, c'era ancora molte persone che dovevano uscire dalle fermate della metropolitana nel cuore dell'ex colonia.

Bufera Procure: Grasso si dimette da presidente Anm

ROMA - Si è dimesso il presidente dell'Anm Pasquale Grasso. Dopo aver ascoltato gli interventi dei rappresentanti dei gruppi all'interno all'Anm nel Comitato direttivo centrale, Grasso ha rassegnato le proprie dimissioni come aveva anticipato in apertura nel caso avesse avuto sentore di una richiesta in tal senso. "Vi ho ascoltato - ha detto - vi comprendo e ovviamente rassegno le mie dimissioni".

Hong Kong: Lam, la legge sulle estradizioni è sospesa

(ANSA) - PECHINO, 15 GIU - Hong Kong ha annunciato la "sospensione" sine die del dibattito sulla controversa legge sulle estradizioni in Cina. Lo ha annunciato la governatrice Carrie Lam, motivando la mossa "alla luce di quanto successo e, come governo responsabile", in riferimento alle proteste di domenica e agli scontri di mercoledì tra polizia e manifestanti. (ANSA).