L'EMERGENZA

Coronavirus, in Italia 669 contagi in più e 119 morti

Più della metà dei nuovi positivi in Lombardia (441)

ROMA. Sono 119 le vittime del coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia. In totale i morti salgono così a 32.735. Venerdì l'aumento era stato di 130 vittime. 

Sono 57.752 i malati di coronavirus in Italia, 1.570 meno di venerdì, quando il calo era stato di 1.638.

Sono saliti a 138.840 i guariti e i dimessi per il coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a venerdì di 2.120. Venerdì l'aumento era stato di 2.160.

Sono 572 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Coronavirus, 23 meno di venerdì. Di questi, 199 sono in Lombardia, otto meno di venerdì. I malati ricoverati con sintomi sono invece 8.957, con un calo di 262 rispetto a venerdì, mentre quelli in isolamento domiciliare sono 48.485, con un calo di 1.285 rispetto a venerdì.

Sono 229.327 i contagiati totali per il coronavirus in Italia, 669 più di venerdì. Il dato comprende attualmente positivi, vittime e guariti. Venerdì l'incremento nazionale era stato di 652.

Sono 86.825 i contagiati totali per il coronavirus in Lombardia, 441 più di venerdì, quando l'aumento era stato di 293. L'aumento rappresenta all'incirca il doppio del totale degli incrementi in tutte le altre regioni d'Italia, che è complessivamente di 228. Il dato comprende attualmente positivi, vittime e guariti. Il dato è stato reso noto dalla Protezione civile nazionale.

Fontana: 'Pronto a nuove restrizioni' - "Come ho più volte ribadito, Regione Lombardia è pronta a intervenire, anche con nuove restrizioni, per evitare che tutto il lavoro svolto fin qui grazie alla buona volontà della maggioranza dei cittadini, venga vanificato da alcuni incoscienti". Lo dice il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, "dopo aver visto nelle ultime ore le foto, i video e le notizie riguardanti assembramenti e movida in diversi comuni lombardi".