Gb, Principe Carlo patrocina gruppo omeopatia tra polemiche

(ANSA) - ROMA, 27 GIU - Sta suscitando polemiche in Gran Bretagna la decisione del principe Carlo di patrocinare il Foh (Faculty of Homeopathy) un organismo professionale britannico che regola e promuove l'omeopatia. "È un enorme onore per noi ricevere il Patrocinio di Sua Altezza Reale Il Principe di Galles", ha detto in una nota il Presidente di Foh Gary Smyth.    Ma la Good Thinking Society - un'organizzazione senza scopo di lucro che promuove la scienza basata sull'evidenza, che ha promosso campagne contro l'omeopatia - ha definito "osceno" l'endorsement del principe, aggiungendo che è un' "opportunità mancata" e "controproducente" sostenere una tale causa con "così tanti pressanti problemi di salute nel mondo di oggi".    "Questa notizia purtroppo non sorprende - scrive in un comunicato MichaelMarshall, project director di Good Thinking Society - visto che regolarmente il principe Carlo ha usato la piattaforma reale per difendere posizioni anti-scienza quando si tratta di omeopatia, ma è osceno pensare che il prossimo capo di stato del Regno Unito ritenga che sia un tema appropriato da usare il suo considerevole profilo pubblico per promuoverlo. Se il principe Carlo vuole avere un reale effetto positivo sulla salute della nazione che intende governare un giorno, dovrebbe schierarsi contro coloro che offrono consigli pericolosamente fuorvianti".    Un portavoce di Clarence House, la residenza ufficiale del principe e sua moglie, Camilla, Duchessa di Cornovaglia, ha difeso il patrocinio, dicendo che il principe "crede che una medicina complementare sicura ed efficace possa svolgere un ruolo importante nei sistemi sanitari, purché gli approcci siano integrati con trattamenti convenzionali, una posizione che ha raggiunto dopo anni di discussione con esperti in molte diverse aree della medicina". (ANSA).