Il tablista indiano Abhirup Roy con Max Castlunger & Friends

Martedi 14 novembre alle 21 ci sará un evento speciale al Ca de Bezzi Sudwerk di via Andreas Hofer a Bolzano. Un celebre e talentuoso tablista indiano Abhirup Roy in tournee in Europa da piú di un...

Martedi 14 novembre alle 21 ci sará un evento speciale al Ca de Bezzi Sudwerk di via Andreas Hofer a Bolzano. Un celebre e talentuoso tablista indiano Abhirup Roy in tournee in Europa da piú di un mese fará infatti tappa in Alto Adige. Per l’occasione Manny Pardeller, che ha conosciuto il tablista tramite Facebook, ha messo insieme un gruppo di musicisti bolzanini che accoglieranno e accompagneranno Abhirup durante la serata.

I musicisti sono Marco Stagni, Andrea Polato, Max Castlunger e Manny Pardeller. È stato creato un repertorio originale per la serata che spazia da suoni indiani come il Sitar e il Bansuri all’elettronica sperimentale.

«Questo evento - spiega Pardeller - mostra che i social media possono contribuire si alla vita culturale. Visto che Roy attualmente gira per l'Europa è nata l’ idea e la voglia di fare qualcosa insieme. È così è stato. Per la serata di martedì abbiamo arruolato un team forte. Il nome è programma, facciamoci sorprendere». Il tabla è un tipo di tamburo indiano diffuso in India e in Pakistan, consistente in una cassa di legno o terracotta sulla quale è tesa, mediante legacci, una pelle la cui tensione si può modificare ruotando dei cilindretti collocati tra il fusto e le stringhe di cuoio utilizzate per allacciare la pelle stessa. La membrana di pelle è dotata al centro di un cerchio di pasta nera (syahi), grazie al quale è possibile ottenere sonorità particolari. Il tabla è utilizzato nella musica indiana, sia classica che popolare e religiosa, ma anche nella musica occidentale moderna di colorazione etnica (p.e. nella cosiddetta world music). L’ origine indiana dello strumento, sviluppato a partire dalle epoche dei Veda e Upanishad, è testimoniata da varie sculture presenti in molti templi indiani, come nelle grotte di Bhaja nello stato del Maharashtra risalenti al 200 a.C., o su un intaglio del XII secolo nei templi di Hoysala in Karnataka, dove viene mostrata una donna che suona il tabla.