Fame e orrore: la guerra d'Etiopia del bersagliere Adolfo Trentini

Il diario della guerra d’Etiopia di un soldato bolzanino. Il racconto giorno per giorno di 18 mesi in prima linea, dal giugno 1935 al Natale 1936. Da Massaua ad Addis Abeba. I bombardamenti col gas, le fucilazioni di massa, e la paura degli attacchi. L’incubo continuo della fame, l’insofferenza verso gli ufficiali, l’orrore davanti a “montagne di cadaveri”. Il rifugio nella scrittura come àncora di salvezza

«Siamo tutte di OLTRISARCO»

Alla “Caritativa Santo Stefano” di Bolzano un gruppo di donne combatte l’esclusione sociale e i pregiudizi cucinando insieme. Il pane arabo, i biscotti di Natale e le orecchiette pugliesi. La ricercatrice che arriva dalla Calabria, l'ingegnere di Casablanca, le lavoratrici del Bbt, le ragazze di Durazzo, e Cinzia che vive nel campo Sinti sotto il viadotto A22