Gallerie

L'EVENTO

Malagò a Bolzano: "Questa terra ha un legame fortissimo con lo sport"

Per la prima volta nella sua storia, il Coni ha riunito la sua giunta nazionale nel municipio di Bolzano. Nella sala consiliare, il sindaco, Renzo Caramaschi, e l'assessore comunale allo sport, Angelo Gennaccaro, hanno accolto e salutato ufficialmente il presidente del Coni, Giovanni Malagò, e tutti i membri dell'esecutivo. Erano presenti all'incontro anche il presidente della Provincia, Arno Kompatscher, e la presidente del consiglio comunale, Judith Kofler Peintner, oltre ai grandi campioni locali, da Gustav Thoeni a Paul Hildgarner, da Gerda Weissensteiner a Simone Giannelli. Malagò ha ringraziato per l'ospitalità sottolineando come sia "quanto mai stretto il legame sportivo con questa terra, non solo fucina di grandi campioni, ma capace di organizzare eventi e manifestazioni anche internazionali di altissimo livello con grande serietà e professionalità" (foto Pablo Acero)

IL LUTTO - FOTO

Borga, grande commozione e folla enorme per l'ultimo saluto

Mezzolombardo, al funerale di Rodolfo Borga erano presenti tutte le cariche istituzionali e un gran numero di consiglieri ed ex consiglieri. Nella chiesa gremita, il governatore Fugatti, il presidente della Regione Kompatscher, il presidente del consiglio provinciale Kaswalder e gli ex Dorigatti e Paolazzi. La salma è partita poi per Tuenno per la tumulazione (foto Romano Magrone - agenzia Panato)

 

LE FOTO

Non solo Bolzano: ecco l'eclissi di luna vista da altre prospettive...sempre altoatesine

L'eclissi totale di luna, che in Italia è iniziata alle 3:30 e ha raggiunto il massimo intorno alle 6, ha combinato i fenomeni della "luna rossa" e della "superluna": uno spettacolo per gli occhi ammirato da tanti bolzanini sui prati del Talvera, ma visibile anche dalle altre località della provincia. Ecco altre foto, scattate dall'altopiano del Renon e Vilpiano (foto DLife/Vigili del fuoco volontari Alto Adige)

LE IMMAGINI

Col naso all'insù ai prati del Talvera per godersi lo spettacolo della Superluna rossa

Milioni di persone in tutto il mondo hanno avuto l’opportunità di ammirare l’eclissi del 21 gennaio: la luna si è trovata nel punto più vicino alla terra ed è apparsa più grande e più luminosa del solito, assumendo una colorazione rossastra. Anche da Bolzano si è potuto assistere a questo spettacolo unico e in tanti si sono dati appuntamento prima dell'alba sui prati del Talvera, osservando con stupore il cielo (foto DLife)

LE FOTO

Peter Pan, da 20 anni accanto alle famiglie con bimbi malati di cancro

Pienone nella sala della “Waltherhaus” per la festa dei 20 anni dell’associazione “Peter Pan”: tanti bambini ancora in cura, adolescenti che sono stati malati e ne sono usciti, accompagnati da padri e madri felici di raccontare la fine dell’incubo. Ma accanto a loro, in sala, c’erano anche i genitori di quei piccoli che, nonostante gli sforzi dei medici del Centro di onco-ematologia pediatrica dell’ospedale San Maurizio, non ce l’hanno fatta. Ogni anno 20 bimbi si ammalano di cancro: l’80% oggi guarisce, ma il cammino è lungo e complesso. Una percentuale che infonde speranza a chi, all’improvviso, si trova a dover fare i conti con una diagnosi sempre pesante e che diventa drammatica se il malato è un bambino. A sostenere queste famiglie c'è l'associazione bolzanina “Peter Pan”, oggi presieduta da Michael Mayr, nata vent’anni fa, grazie a Veronika Stirner, già consigliera provinciale, ad un gruppo di mamme coraggiose e di medici tra cui l’allora primario di Pediatria Klaus Pittschieler, e Laura Battisti, coordinatrice del Day hospital di onco-ematologia pediatrica di Bolzano (foto Pablo Acero)

 

 

BOLZANO

Facoltà di Design, tante idee giovani per migliore la città

Giornate intense per gli studenti e le studentesse della Facoltà di Design, impegnati nella presentazione alla cittadinanza dei loro progetti di fine semestre. Nel campus di Bolzano (aula F4), la sede principale dell’iniziativa, prosegue oggi (11-19) l’esposizione dei progetti sviluppati dagli studenti nei campi della comunicazione visiva, del design di prodotto e dell’arte (foto Matteo Groppo)

LE FOTO

Zagabria onora maglia e ghiaccio, al Palaonda applausi ai croati sconfitti 11-0

Una serata surreale quella vissuta al Palaonda, che poco ha avuto che fare con una normale partita di hockey. Match già segnato in partenza, una valanga di tiri verso la porta del meraviglioso Vito Nikolic, portiere di Zagabria, che ha salvato il salvabile, incassando una marea di conclusioni e finendo stremato la sua serata, fino all'ingresso del 16enne Ivan Mikulic, che ha difeso la porta ospite negli ultimi dieci minuti. Una bella storia anche questa, rispetto alla deprimente realtà di una società allo sbando, costretta a giocare senza mezzi e con il solo obiettivo di onorare la stagione. Non poteva che finire con una vittoria per il Bolzano la sfida più scontata da quando i Foxes militano in Erste Bank Eishockey Liga. Gli ospiti ci hanno messo tanto impegno, hanno onorato la loro fatica e hanno provato a gestire le energie il più a lungo possibile. Con soli 12 giocatori a referto, compresi i due goalie, Zagabria ha provato a limitare i danni, fin quando è stato possibile. Il pubblico di fede Bolzano, anche in un'occasione come questa, ha saputo però farsi apprezzare. Applausi convinti ai pochissimi “superstiti” giunti da Zagabria, con tanto di striscione in croato da parte della curva (“I ragazzi coraggiosi non si arrendono”, citava il lenzuolo srotolato dal settore caldo del tifo biancorosso) a supporto di una compagine, per la quale il calvario è destinato a durare almeno fino al termine del Relegation Round (foto Matteo Groppo)