Giordania: 5 jihadisti arrestati dopo uccisione di 3 agenti

Cinque sospetti jihadisti sono stati arrestati dopo aver aperto il fuoco e fatto esplodere un edificio provocando la morte di tre membri delle forze di sicurezza. Lo riferisce un funzionario giordano. I tre agenti sono morti durante un blitz, alle porte di Amman, contro il nascondiglio di terroristi jihadisti, che avevano minato l'edificio, attirando gli agenti in una trappola. L'attentato ha sollevato nuove preoccupazioni sui tentativi dei militanti di effettuare attacchi su larga scala per destabilizzare il regno filo-occidentale. I cinque arrestati sono giordani, riferisce il sito di Hala Akhbar, e la cellula pianificava un attacco contro obiettivi sensibili. Il blitz è seguito alla morte ieri di un agente, ucciso nei pressi di Amman da un ordigno piazzato nei pressi di alcune auto della polizia preposta ai controlli di sicurezza: un attentato che le autorità giordane hanno subito definito "terroristico".