Golf, Garcia si scusa dopo la squalifica

ANSA) - ROMA, 13 FEB - "Sono stato un cattivo esempio per tutti, chiedo scusa". Dopo la squalifica per condotta scorretta nel Saudi International di golf, torneo dell'European Tour, Sergio Garcia fa pubblica ammenda. E lo fa alla vigilia del Genesis Open (PGA Tour), che vedrà "El Nino" al debutto 2019 sul massimo circuito americano. Al centro delle polemiche per aver devastato 5 green e un bunker, il player iberico spera di dimenticare in fretta le ultime vicende. A Pacific Palisades (Los Angeles) potrà contare in campo su un caddie d'eccezione. Sarà il fratello a spalleggiarlo sul green del Riviera GC, in un torneo che vedrà impegnati sei tra i migliori dieci giocatori al mondo. "Averlo al mio fianco sarà davvero importante. Chiedo scusa a tutti, fan e colleghi, per il cattivo esempio dato in Arabia...

Gallerie

Golf, Garcia si scusa dopo la squalifica

ANSA) - ROMA, 13 FEB - "Sono stato un cattivo esempio per tutti, chiedo scusa". Dopo la squalifica per condotta scorretta nel Saudi International di golf, torneo dell'European Tour, Sergio Garcia fa pubblica ammenda. E lo fa alla vigilia del Genesis Open (PGA Tour), che vedrà "El Nino" al debutto 2019 sul massimo circuito americano. Al centro delle polemiche per aver devastato 5 green e un bunker, il player iberico spera di dimenticare in fretta le ultime vicende. A Pacific Palisades (Los Angeles) potrà contare in campo su un caddie d'eccezione. Sarà il fratello a spalleggiarlo sul green del Riviera GC, in un torneo che vedrà impegnati sei tra i migliori dieci giocatori al mondo. "Averlo al mio fianco sarà davvero importante. Chiedo scusa a tutti, fan e colleghi, per il cattivo esempio dato in Arabia Saudita. L'emotività mi ha giocato un brutto scherzo ma adesso voglio guardare avanti". Il 39enne di Borriol è chiamato a cancellare in fretta anche la deludente stagione 2018 sul PGA Tour.

Papa: domani alla Fao incontrerà anche popolazioni indigene

CITTA' DEL VATICANO, 13 FEB - Nella visita di domani alla Fao, per la cerimonia di apertura della 42ma Sessione del Consiglio dei Governatori del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo, Papa Francesco pronuncerà un discorso al Consiglio dei Governatori, saluterà successivamente un gruppo di rappresentanti delle popolazioni indigene e rivolgerà infine un indirizzo di saluto al personale dell'Ifad. Lo rende noto la sala stampa vaticana. Anche oggi, alla fine dell'udienza generale nell'Aula Paolo VI, Papa Francesco ha reso omaggio alle popolazioni indigene indossando, per la benedizione finale, una stola "fatta da donne del popolo originario di una grande cultura: i Wichì", presenti in Sudamerica.(ANSA).

Venezuela: Moavero, 'condanniamo violenze, nuove elezioni'

(ANSA) - ROMA, 12 FEB - "La posizione del governo italiano è favorevole ad un clima che possa favorire una riconciliazione nazionale pur rimanendo ferma nella condanna delle violenze, nella chiara richiesta di nuove elezioni presidenziali credibili e nel non riconoscimento delle elezioni che si sono tenute in precedenza". Lo ha ribadito il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi nell'informativa al Senato sulla crisi in Venezuela dopo quella in mattinata alla Camera.(ANSA).

Tennis: Naomi Osaka rompe con il coach

(ANSA) - TOKYO, 12 FEB - La tennista n.1 del mondo, la giapponese Naomi Osaka, ha reso noto di avere interrotto la collaborazione con l'allenatore Sascha Bajin. La notizia, annunciata dalla stessa atleta via Twitter, ha colpito di sorpresa gli addetti ai lavori, dopo la vittoria agli Australian Open di Melbourne dello scorso mese, che è coincisa con il raggiungimento della posizione di vertice della classifica mondiale femminile. L'atleta 21enne ha ringraziato il coach tedesco, augurandogli un futuro pieno di soddisfazioni, senza spiegare le ragioni della sua decisione. Osaka, di madre giapponese e padre haitiano, aveva iniziato a lavorare con Bajin nel novembre 2017, e sotto la sua guida è riuscita a conquistare il torneo di Indian Wells, nel 2018, e a vincere il primo dei due grand slam della sua carriera, gli Us Open di New York, prima di scalare le classifiche mondiali con il titolo a Melbourne. Il 34enne Bajin era stato premiato dall'associazione Wta come coach dell'anno alla fine della stagione nel 2018.

Titolare Lamina può patteggiare 22 mesi

(ANSA) - MILANO, 12 FEB - Ha raggiunto un accordo con la Procura per patteggiare una pena sospesa di 1 anno e 10 mesi, dopo aver risarcito le famiglie delle vittime e l'Inail per un totale di oltre 4 milioni di euro, Roberto Sanmarchi, il titolare della Lamina, l'azienda metallurgica milanese dove il 16 gennaio dello scorso anno morirono quattro operai a causa di una fuoriuscita di gas argon nella vasca di un forno. E' quanto è emerso dall'udienza preliminare, davanti al gup di Milano Manuela Scudieri, a carico dell'imprenditore, difeso dai legali Roberto Nicolosi Petringa e Elena Benedetti e accusato di omicidio colposo plurimo con l'aggravante di aver commesso il fatto in violazione della normativa in materia di sicurezza sul lavoro. Oggi hanno chiesto di entrare nel procedimento come parti civili la Fiom-Cgil e l'Anmil, associazione mutilati e invalidi. Il gup deciderà nella prossima udienza del 19 marzo se ammettere le due parti e poi se ratificare o meno il patteggiamento che ha avuto l'ok dei pm.

Strage Viareggio: pg chiede 15 anni e 6 mesi per Moretti

La procura generale di Firenze ha chiesto 15 anni e 6 mesi di condanna per Mauro Moretti, sia come ad di Rfi sia come ad di Fs (per questa parte fu assolto in primo grado dove fu condannato a 7 anni) in relazione alla strage ferroviaria di Viareggio del 2009 che causò 32 morti. Chiesti inoltre 14 anni e 6 mesi per Michele Mario Elia (ex ad Rfi) e 7 anni e 6 mesi per Vincenzo Soprano (ex ad Trenitalia). Le richieste considerano 6 mesi di taglio per la prescrizione di alcuni reati. "Ho preso atto di quello che ha detto il procuratore, sono parecchi anni che si discute in merito alla prescrizione e sono stato spesso portato a bersaglio, per la prescrizione, per i fatti di Viareggio. Rinuncio alla prescrizione, lo faccio per rispetto delle vittime, dei familiari delle vittime e del loro dolore. Lo faccio perché ritengo di essere innocente", ha detto Mauro Moretti al processo di appello a Firenze parlando in udienza alla corte.

Iran: centinaia migliaia per 40/mo anniversario rivoluzione

ANSA) - ISTANBUL, 11 FEB - Centinaia di migliaia di iraniani sono scesi in strada stamani a Teheran e in decine di altre città del Paese per celebrare il 40/mo anniversario del giorno della vittoria della rivoluzione islamica, in cui cadde l'ultimo governo dello scià Reza Pahlavi e l'ayatollah Ruhollah Khomeini dichiarò l'Iran una Repubblica islamica. Nella capitale, la folla si è riversata in particolare nella piazza Azadi (Libertà), diventata il simbolo della rivoluzione del 1979, cantando i ricorrenti slogan che invocano 'Morte all'America'. Alle manifestazioni, riferisce l'agenzia ufficiale Irna, ha preso parte anche il presidente Hassan Rohani, che si è rivolto ai presenti proprio in piazza Azadi. (ANSA).

Regionali: Abruzzo, 96% schede, Marsilio al 48,04%

(ANSA) - PESCARA, 11 FEB - Quando mancano poco più di sessanta sezioni da scrutinare (96% del totale) non cambia il quadro delle regionali in Abruzzo: dopo 1572 sezioni su 1633 il centrodestra di Marsilio è in testa con il 48,04% dei voti. Segue Giovanni Legnini, centrosinistra, al 31,43%, poi il M5S con il 20,05%. Casapound è allo 0,46%.(ANSA).

Scontri Torino: questore, 11 'prigionieri', 215 identificati

(ANSA) - ROMA, 10 FEB - Per gli scontri di Torino 11 persone sono state arrestate e 215 identificate. "Per come sono andate le cose ieri - dice il questore Francesco Messina - si può parlare di prigionieri e non di arrestati. Proseguiremo con le indagini per fare pagare a questi soggetti tutto quello che hanno fatto - continua il questore Messina -. Qui l'impunità non ci sarà". (ANSA).

Latte: pastori, senza soluzione blocchiamo i seggi

La situazione nello scalo di Porto Torres sta tornando alla normalità. La clamorosa protesta dei pastori sardi, che questa mattina hanno bloccato un tir frigo sbarcato da Genova che trasportava carni suine provenienti dalla Francia, si è placata. Dopo aver sfiorato lo scontro con i poliziotti in assetto anti sommossa e aver chiesto l'intervento delle autorità sanitarie per denunciare le "pessime condizioni delle carni destinate al mercato isolano", gli allevatori hanno permesso al camion di lasciare il porto per il centro dell'isola.