Gallerie

Asia Bibi: Salvini, 'ci lavoriamo con discrezione'

(ANSA) - ROMA, 6 NOV - "Ci stiamo lavorando con altri Paesi occidentali, con discrezione per evitare problemi in loco alla famiglia che vuole avere un futuro. Posso assicurare che io, da ministro ma anche da leghista, ci tengo che donne e bambini a rischio della vita, possano avere un futuro". Lo ha detto il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, al programma 'Non stop news' di Rtl 102.5 intervistato da Pierluigi Diaco sulla richiesta d'aiuto all'Italia del marito della donna cristiana assolta per blasfemia ma non può lasciare il Pakistan.

Crollo ponte: partiti per la Svizzera due tir coi reperti

(ANSA) - GENOVA, 5 NOV - Sono partiti poco dopo le 7 alcuni reperti del ponte Morandi, crollato lo scorso 14 agosto provocando la morte di 43 persone, diretti in Svizzera. Il materiale, tra cui i reperti numero 132 e 134, di grandi dimensioni, oltre ad altri pezzi più piccoli, sono stati caricati su due tir, scortati da due pattuglie della guardia di finanza. I detriti verranno analizzati in un laboratorio vicino a Zurigo per valutare lo stato di corrosione e la qualità dei materiali usati ai tempi della costruzione del viadotto.(ANSA).

LE FOTO

Maltempo: funerali di 9 vittime domani nella cattedrale di Palermo

(ANSA) - PALERMO, 5 NOV - Saranno celebrati domani alle 11 nella Catredrale di Palermo i funerali della nove vittime che hanno perso la vita nella tragedia avvenuta a Casteldaccia la notte tra sabato e domenica a causa dell'esondazione del fiume Milicia, nel Palermitano. Ne dà conferma il parroco della cattedrale, Filippo Sarullo. Non è ancora chiaro chi sarà chiamato a celebrare le esequie in quanto monsignor Corrado Lorefice, arcivescovo di Palermo, si trova all'estero. Le nove salme sono state portate nella chiesa della Madonna di Lourdes, in piazza Ingastone, e la bara di Rachele 1 anno, è l'unica rimasta scoperta; dentro ci sono due piccoli peluche di Minnie e Topolino. Intanto continuano le ricerche, anche con l'utilizzo di droni, del medico quarantenne Giuseppe Liotta, disperso sulla strada per Corleone mentre da Palermo si stava recando al lavoro in ospedale. La sua auto è stata ritrovata sul letto di un torrente.

Maltempo: 12 i morti in Sicilia, sterminate due famiglie

Sono salite a 12 le vittime per il maltempo in Sicilia, dove si sta recando il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Il bilancio più grave vicino a Palermo, dove oggi e domani è stato dichiarato il lutto cittadino. La furia dell'acqua ha cancellato due famiglie, i cui componenti si erano riuniti ieri per passare la serata insieme in una villetta situata in località Casteldaccia. L'edificio è stato sommerso dall'acqua e dal fango del fiume Milicia, ingrossato dalle piogge di ieri e le nove persone all'interno sono annegate. Tra i morti anche due bambini. Le vittime vivevano a Palermo. Antonio Giordano, 65 anni, è morto insieme alla moglie Matilde Comito, 57 anni e ai loro figli Marco, 32 anni e Monia, 40 anni. Monia era sposata con Luca Rughoo: dei loro due figli, Francesco, 3 anni, ha perso la vita, mentre Manuela, 13 anni, è sopravvissuta perché era col padre e la cugina Asia a comprare dei dolci quando si è scatenata la bomba d'acqua del fiume Milicia. Nella strage è morta anche Nunzia Flamia, 65 anni, madre di Luca. Sono morti anche Stefania Catanzaro, 32 anni, moglie di Giuseppe Giordano (figlio di Antonio e Matilde) che è sopravvissuto perché la violenza dell'inondazione lo ha scaraventato su un albero, aggrappandosi al quale è riuscito a dare l'allarme con il cellulare; morti invece i loro figli Rachele, di un anno e Federico di 15. Di Luca Rughoo, che, scampato alla strage, ha perso la moglie, la madre e un figlio - "era il mio cuore, non c'è più", gridava sconvolto percuotendosi la testa subito dopo la tragedia - per alcune ore si erano perse le tracce, poi è stato rintracciato. Su quanto accaduto in questa zona la procura di Termini Imerese ha aperto un'inchiesta: la scientifica ha effettuato, seppure con molte difficoltà, i primi rilievi e il procuratore Ambrogio Cartosio, insieme al comandante dei carabinieri di Bagheria Federico Lori, ha effettuato una ricognizione con un elicottero dell'Arma. Tanti i punti da verificare, dalla regolarità delle costruzioni nella vallata, non distante dal fiume e dai piloni dell'autostrada, alla manutenzione degli argini del fiume Milicia che forse ha trovato ostacoli per defluire ed arrivare a mare. Ma nel Palermitano, a Vicario, si conta un'altra vittima: Alessandro Scavone, 44 anni, consigliere comunale a Salemi: titolare di un distributore di carburanti, travolto dall'acqua del fiume San Leonardo mentre a bordo di un'auto stava andando a recuperare un giovane rimasto al distributore, che è riuscito a salvarsi lanciandosi dalla vettura. Risulta invece disperso Giuseppe Liotta, 40 anni, medico palermitano che si stava recando nell'ospedale di Corleone per prendere servizio: la sua auto è stata trovata tra Ficuzza e Corleone, sulla statale 188 interrotta in più punti per smottamenti. Situazione critica anche nell'Agrigentino: a Cammarata, due tedeschi, un uomo e una donna di mezza età, sono morti sull'auto che avevano noleggiato e che è stata travolta da un torrente. Al Nord il Veneto, in particolare il bellunese, è in ginocchio, ma tutto il nordest ha subito enormi danni. Il ministro dell'Interno Matteo Salvini accompagnato dal Presidente del Veneto Luca Zaia ha effettuato un sorvolo in elicottero delle zone colpite. Il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, dopo la cerimonia a Redipuglia per il 4 novembre, incontrerà invece i sindaci dei comuni friulani.

4 Novembre: Mattarella depone corona ad altare della patria

ROMA, 4 NOV - Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha deposto questa mattina all'Altare della patria a Roma una corona d'alloro al sacello del milite ignoto in occasione della ricorrenza del 4 novembre e della vittoria della Grande Guerra. Alla cerimonia stanno partecipando anche la presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati, il presidente della Camera Roberto Fico, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il ministro della Difesa Elisabetta Trenta, il Capo di Stato maggiore della Difesa Claudio Graziano, il capo della polizia Franco Gabrielli.

Incendio in ospedale a Roma, trasferiti alcuni pazienti

ANSA) - ROMA, 3 NOV - Incendio nella notte all'ospedale Villa San Pietro di Roma. Secondo quanto si è appreso, intorno alle 4 si è sviluppato un piccolo rogo per un cortocircuito al generatore del blocco operatorio che ha sprigionato molto fumo. Il fumo avrebbe raggiunto anche la rianimazione dell'ospedale di via Cassia. Al momento sono sei i pazienti trasferiti in altri ospedali.

Egitto: strazio e preghiere Egitto al funerale dei copti

(ANSA) - MINYA (EGITTO), 3 NOV - Fra canti, preghiere, pianti e scene di strazio, si sono svolti in Egitto i funerali di sei degli 11 pellegrini copti uccisi in un attacco rivendicato dall'Isis e sferrato mentre su tre minibus tornavano da un monastero nel deserto. La cerimonia funebre, connotata visivamente da sei bare bianche, si é svolta fra severe misure di sicurezza in una chiesa di Minya, città a circa 260 km a sud del Cairo. Ad officiarla é stato l'anba Makarios, il vescovo copto di Minya. Cinque delle sei vittime di cui sono stati celebrati i funerali appartenevano ad una stessa famiglia e fra le bare c'erano quelle che racchiudevano il corpo di un ragazzino di 15 anni e di una bambina di 12. I copti sono i cristiani d'Egitto e la più numerosa comunità cristiana del Medio Oriente. Il presidente Abdel Fattah Al Sisi che gode del loro appoggio nonostante attriti interreligiosi nella popolazione a stragrande maggioranza musulmana, ha presentato le proprie condoglianze al patriarca della Chiesa ortodossa copta, Tawadros II.

Trump, donne non vogliono migranti ma stare sicure

(ANSA) - WASHINGTON, 2 NOV - "Le donne non vogliono i migranti della carovana in America, le donne vogliono sicurezza, vogliono stare sicure": lo ha detto Donald Trump in uno dei suoi appelli che stanno caratterizzando il rush finale della campagna elettorale per le Midterm. "I democratici vogliono confini aperti, ma noi non lo permetteremo", ha affermato durante un comizio in Missouri. E sui social ricordano quando il tycoon defini' i messicani "stupratori".(ANSA).