HC Bolzano, diamo i voti ai campioni della Ebel

  • Foto di gruppo per i campioni Ebel 2018 (foto Vanna Antonello)
  • Pekka Tuokkola - 8,5 - Entra a stagione in corso e conquista, a suon di prestazioni di livello, la fiducia dell'ambiente, dando finalmente sicurezza ad un reparto, quello arretrato, decisamente in apnea nella prima parte del campionato
  • Jacob Smith - 6 - Gioca sei partite nel corso del campionato, lo stesso numero del suo voto: sufficiente
  • Robin Gartner - 7,5 - Cresce, come tutti, nel corso dei playoff, e, durante la serie di finale contro Salisburgo si scopre anche un jolly offensivo con tre gol all'attivo
  • Chris Carlisle - 7,5 - Gli serve del tempo per entrare in sintonia con la nuova lega, ma si applica e viene premiato.
  • Mat Clark - 8 - E' il giocatore dal curriculum più scintillante tra gli stranieri della difesa biancorossa e lo fa valere, soprattutto nei momenti di difficoltà .
  • Alexander Egger - 10 e lode - Il "10" è per la stagione sensazionale, la lode per la carriera, chiusa alzando la Coppa. Capitano; una spanna sopra tutti dalla prima all'ultima partita. Dice addio nel momento perfetto, ma lascia un vuoto che sarà difficile da colmare nello spogliatoio biancorosso.
  • Daniel Glira - 7 - Si trova buttato per davvero nella mischia nella fase finale del torneo, quando Stefano Marchetti è costretto ad alzare bandiera bianca. Pronto e determinato, non sfigura.
  • Matt Tomassoni - 7,5 - L'ombra di se stesso per gran parte dell'annata, si ritrova quando il Bolzano ne ha più bisogno ed è quello che trae maggior giovamento dalla cura Suikkanen
  • Luca Franza - sv - Fuori dalle rotazioni
  • Stefano Marchetti - 8 - Dà tutto quello che ha. Entra in maniera perfetta nell'orbita Bolzano e fino all'infortunio di gara 4 contro Vienna è uno dei più affidabili là dietro.
  • Mike Angelidis - 7 - Quando capisce qual è il suo ruolo in squadra la sua stagione cambia. Se i pattini non girano al massimo, la testa sì.
  • Travis Oleksuk - 8 - Fiducia. Quella che ha riposto in lui la società confermandolo per una seconda stagione e che il centro canadese ha ripagato nel migliore dei modi.
  • Matias Sointu - 8 - Tatticamente indispensabile per la squadra e per l'idea di hockey di coach Suikkanen, si dimostra una spalla utilissima per i compagni di linea.
  • Viktor Schweitzer - 6,5 - La sua prima stagione in Ebel si chiude con un voto al di sopra della sufficienza. Il gol a Vienna rimane il momento più alto di questi mesi in biancorosso.
  • Austin Smith - 6,5 - Un brutto infortunio ne condiziona il cammino nel corso dell'annata. Quando c'è si fa sentire, ma sono più le volte in cui non compare.
  • Anton Bernard - 7,5 - Nel corso dei mesi le sue parole trasmettono sempre ottimismo. Ci crede, perché sa che la squadra vale. Studia da capitano e quando il fisico è completamente in ordine si fa sentire anche sul ghiaccio.
  • Alex Petan - 8 - E' il giocatore che chiude con più punti all'attivo - 55 -. Quasi da solo stende Vienna in gara 3, dando la consapevolezza ai Foxes di poter scalare la montagna.
  • Markus Gander - 6,5 - Si sacrifica nel vero senso della parola per la causa. Non può vivere da protagonista l'intera annata.
  • Angelo Miceli - 7 - Sorprende in positivo al suo arrivo nel capoluogo, dimostrando un'ottima visione di gioco, importante nelle trame offensive dei Foxes.
  • Chris DeSousa - 8 - Segna e fa punti dall'inizio alla fine. Entra a far parte dell'All Star Team del torneo e se lo merita ampiamente. Trascinatore
  • Domenic Monardo - 7,5 - Nei match sul filo, ci mette sempre del suo con un gol spesso decisivo. Si fa notare nel momento del bisogno, dote tutt'altro che banale.
  • Michele Marchetti - 6,5 - Poca fiducia nel corso dei playoff, anche se ne meriterebbe di più perché ha visione di gioco, fisico e tecnica.
  • Mike Halmo - 9 - Qualità al potere. Se per giudicarlo si guarda solo la sezione gol ci si sbaglia di grosso. E' l'uomo in più e lo fa vedere particolarmente in powerplay ed inferiorità, le situazioni che, spesso e volentieri, decidono i campionati.
  • Luca Frigo - 7 - Mai banale, segna anche il gol del momentaneo 3-0 nella decisiva gara 7 di finale, dimostrandosi, ancora una volta, da Bolzano.
  • Daniel Frank - 7,5 - Finalmente maturo al punto giusto, mette sul ghiaccio tutta la sua grinta. Anche i numeri gli danno ragione: sette gol alla fine dei conti, mai così tanti in un'annata con i Foxes.
  • Kai Suikkanen - 10 - E' l'artefice del miracolo biancorosso. Lo stratega, colui il quale ha preso una squadra senza spirito di sacrificio e identità portandola fino al successo finale. E' stato un onore averlo alla guida della squadra della città.

Abbiamo dato i nostri voti ai giocatori biancorossi protagonisti dello straordinario successo nel campionato Ebel. Capitan Egger e coach Suikkanen da 10.