Koulibaly: Di Francesco, "sto con Ancelotti, giusto stop"

(ANSA) - ROMA, 28 DIC - "Io sto con Ancelotti, concordo col fatto che se lo Stato non riesce a regolamentare le problematiche esterne dobbiamo essere noi a dare una risposta importante. Il calcio può fare tanto e un segnale è fermarsi come ha detto Carlo. Le squadre non devono accettare determinati cori e situazioni". Così il tecnico della Roma, Eusebio Di Francesco, dopo i fatti avvenuti a San Siro in occasione di Inter-Napoli.

Gallerie

Koulibaly: Di Francesco, "sto con Ancelotti, giusto stop"

(ANSA) - ROMA, 28 DIC - "Io sto con Ancelotti, concordo col fatto che se lo Stato non riesce a regolamentare le problematiche esterne dobbiamo essere noi a dare una risposta importante. Il calcio può fare tanto e un segnale è fermarsi come ha detto Carlo. Le squadre non devono accettare determinati cori e situazioni". Così il tecnico della Roma, Eusebio Di Francesco, dopo i fatti avvenuti a San Siro in occasione di Inter-Napoli.

Calcio: Pique verso ritiro nel 2020, farà il dirigente

(ANSA) - ROMA, 28 DIC - Un futuro da dirigente di altissimo livello, anzi da presidente per il campione del Barcellona Gerard Piquè. Secondo quanto riferisce oggi El Mundo Deportivo nella sua versione online, il fuoriclasse dei blaugrana potrebbe ritirarsi dall'attività agonistica nel 2020 e già l'anno successivo puntare alla presidenza del Barça, in concomitanza con la scadenza del mandato dell'attuale numero uno del club Josep Bartomeu. Per il giocatore, che compirà 32 anni il prossimo 2 febbraio, si tratterebbe dunque di un addio anticipato ai campi da gioco, considerato che sono molti i suoi colleghi di svariati anni più anziani di lui ancora in attività. Piquè, secondo il giornale spagnolo, ha già deciso di lasciare a fine stagione 2019-2020 e di volersi candidare alla guida del suo attuale club, con il quale ha vinto praticamente tutto (7 campionati, 4 Champions, 3 supercoppe europee, 3 mondiali per club, cui si aggiungono un Mondiale e un Europeo con la nazionale iberica) e al suo fianco vorrebbe Xavi, Iniesta e Puyol.

Golf: sfida Woods-Mickelson anche nel 2019 e 2020

(ANSA) - ROMA, 27 DIC - Lo show durerà almeno altri due anni. Phil Mickelson e Tiger Woods, dopo l'incontro dello scorso 23 novembre a Las Vegas, si sfideranno anche nel 2019 e 2020. Le due leggende americane del golf hanno infatti firmato un accordo triennale per dare vita a una sfida nella sfida che si protrae ormai da decenni. Per un testa a testa che prevede dunque altre due edizioni. Possibilità di rivincita e sorpasso per The Big Cat. Che dopo la sconfitta arrivata sul green dello Shadow Creek, dopo 22 buche giocate, proverà a riscattarsi. Nonostante le critiche del 1/o round, tra colpi ritenuti non all'altezza e rimborsi da destinare a 500 appassionati - che non si sono potuti godere l'incontro (trasmesso in pay-per-veiw) per problemi tecnici - Mickelson e Woods rilanciano. Perché l'incontro ha comunque attirato l'attenzione di quasi 1 milione di utenti. Restano ora da capire quali saranno date e sede degli incontri. Ma il duello Woods-Mickelson regalerà ancora sorprese. (ANSA).

Tennis: stagione al via, Nadal "Pronto a ripartire"

(ANSA) - ROMA, 26 DIC - Sarà ancora una volta il 'Mubadala World Tennis Championship' di Abu Dhabi, tradizionale torneo-esibizione, ad inaugurare la nuova stagione del tennis: l'11ma edizione è in programma dal 27 al 29 dicembre sui campi veloci dell'International Tennis Centre at Zayed Sports City della capitale degli Emirati Arabi Uniti e vedrà in campo anche i primi due giocatori del mondo: Nokav Djokovic e Rafa Nadal, quest'ultimo al rientro in campo dopo quasi quattro mesi. Proprio il mancino di Manacor è la grande attrazione del torneo dopo una stagione contrassegnata da infortuni a raffica. Nadal quest'anno ha vinto come sempre tanto (5 tornei, tra cui l'ennesimo Roland Garros), ma giocato davvero poco (appena nove tornei) e proprio per questo il 32enne spagnolo, in un'intervista al programma 'Vamos' 'di Movistar, non si dice soddisfatto dell'anno che sta per chiudersi. (ANSA).

Golf: miglior colpo 2018, E.Molinari e Paratore in corsa

(ANSA) - ROMA, 26 DIC - L'hole in one di Edoardo Molinari nell'Irish Open, e il tiro show di Renato Paratore alla buca 18 dell'ultimo giro del Porsche European di Amburgo, sono nella lista dei migliori 10 colpi (su oltre 1milione) tirati nel 2018 sull'European Tour. I due player italiani sono in corsa per aggiudicarsi il titolo di colpo dell'anno sul massimo circuito continentale. La votazione terminerà il 31 dicembre mentre il 4 gennaio verrà incoronato il vincitore. A contendersi lo scettro anche big come Justin Rose (n.2 mondiale), Justin Thomas e Ross Fisher. E ancora: Russell Knox, Dylan Frittelli, Nicolas Colsaerts, Eddie Pepperell e Andy Sullivan.(ANSA).

Calcio: Roma, Di Francesco, col Sassuolo è vietato sbagliare

(ANSA) - ROMA, 25 DIC - "Il Sassuolo per me è stato un grande trampolino di lancio, con loro ho fatto un grande percorso e ora noto con piacere che stanno tornando a essere una squadra che diverte. Mio figlio Federico? È cresciuto tantissimo". Così Eusebio Di Francesco parla, a Sky sport, della squadra dove è cresciuto come allenatore e che domani all'Olimpico ritroverà di fronte. Per la 'sua' Roma sarà vietato sbagliare. "Dobbiamo recuperare punti sull'obiettivo minimo - aggiunge -: la qualificazione alla prossima Champions: Il fatto che ci siano tante squadre in lizza può essere un vantaggio, ma noi siamo in ritardo rispetto alle aspettative, per i tanti punti persi: questa è un'occasione da non sbagliare; dobbiamo cercare di portare a casa i tre punti. Anche a Parma, nella sfida successiva sarà vietato sbagliare, in questo momento si deve sbagliare meno possibile". Difficilmente Edin Dzeko sarà della partita dall'inizio. "È stato un rischio metterlo in campo anche solo per un quarto d'ora a Torino - spiega Di Francesco -, perché aveva fatto un solo allenamento e non a campo aperto. (ANSA).

Calcio: Sampdoria, Quagliarella rinnova fino a 2020

(ANSA) - GENOVA, 25 DIC - È arrivato il regalo di Natale che si aspettavano i tifosi della Sampdoria. La società blucerchiata ha ufficializzato sul proprio sito il rinnovo del contratto di Fabio Quagliarella fino al 30 giugno 2020: lo stipendio sarà superiore al milione di euro. Arrivato nel gennaio 2016, Quagliarella l'anno scorso ha realizzato 19 reti con la maglia blucerchiata. In questa stagione è già a quota 10 e sta andando a bersaglio da sette partite consecutive.(ANSA).

De Laurentiis, Meret eccellenza italiana

NAPOLI, 24 DIC - "Su Meret non ho avuto mai dubbi, altrimenti non avrei tirato fuori tutti quei soldi, e' un'eccellenza italiana" . Lo ha detto il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis a Radio Kiss Kiss Napoli a proposito del portiere, preso in estate per oltre 25 milioni. "Finalmente - ha spiegato il patron azzurro - abbiamo un portiere italiano, anche se avevamo un napoletano che sta facendo bene al Parma in prestito. Meret è esemplare sul piano del rigore, ha genitori straordinari, presenti, mai invadenti, ha un'educazione sublime, eccellente".

Biathlon: Johannes Boe imprendibile, 6 vittorie in 8 gare

Sesta vittoria in otto gare stagionali per Johannes Thingnes Boe nella Coppa del mondo maschile di biathlon. Il norvegese, assoluto dominatore nella stagione in cui Martin Fourcade fatica, ha dominato anche la mass start che ha chiuso la tre giorni sulla pista ceca di Nove Mesto, con un'altra grande prestazione al poligono in cui ha realizzato un 20/20 e si è presentato al traguardo con un vantaggio di 46"5 sul francese Quentin Fillon Maillet, autore di due errori. Chiude il podio il russo Evgenni Garanichev a54"1, anch'egli senza errori con la carabina. Diciottesima posizione per Lukas Hofer (unico azzurro presente) con sei errori. La classifica generale premia Johannes Boe con 428 punti, lo inseguono Lexander Loginov (oggi 15mo) con 312 punti e Simon Eder con 266, Hofer è 14mo con 188 punti. Prossima tappa a Oberhof (Ger) l'11 e 12 gennaio con sprint e pursuit.

Calcio: su Fabregas c'è anche il Monaco, Milan alla finestra

(ANSA) - ROMA, 23 DIC - Non solo Milan. Su Cesc Fabregas c'è anche il Monaco, che è pronto a lanciare un'offerta 'adeguata' pur di mettere le mani sul fantasista spagnolo, che non rientra nei piani di Maurizio Sarri, sebbene ieri l'allenatore del Chelsea lo abbia mandato in campo contro il Leicester. La squadra monegasca, allenata da Thierry Henry - ieri sconfitta in casa per 2-0 dal Guincamp - vuole rinforzarsi per salvare il salvabile in una stagione davvero infausta. Il Mundo deportivo, riprendendo voci provenienti dal Principato di Monaco, parla già dell'offerta di un biennale da 10 milioni netti complessivi; altrettanti ne andrebbero al Chelsea per il cartellino del giocatore. (ANSA).